conf stampa abbandonorifiuti
conf stampa abbandonorifiuti
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità
E’ stata sin dall’atto del suo insediamento, per la nuova amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianfranco Coppola, una vera e propria priorità: la lotta all’abbandono illegale dei rifiuti nell’agro. Un’azione di governo concretizzatasi in questi primi mesi di mandato attraverso l’avvio di una politica di prevenzione e repressione del fenomeno che sta già facendo registrare risultati estremamente significativi.
abbandono_rifiuti_foto_ForestaleTra questi, certamente l’esito dell’importante operazione congiunta che ha visto intervenire  in stretta sinergia il Comune, il Comando di Polizia Municipale e la Stazione di Ostuni del Corpo Forestale dello Stato, guidata dal Comandante Luigi Santoro. Operazione che ha portato a riscontri importanti: oltre 40 sanzioni (fino a 600 euro l’importo delle multe) comminate ad altrettanti trasgressori delle norme sul conferimento dei rifiuti. Di questi, circa il 20% ostunesi, il resto, con ogni probabilità, villeggianti, italiani e stranieri.
Numeri, ufficializzati nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina a palazzo di città, alla presenza del sindaco, Gianfranco Coppola, dell’assessore all’Ambiente, Antonio Molentino e dello stesso Comandante Santoro. Tra le contrade più colpite dal fenomeno dell’abbandono selvaggio e indiscriminato dei rifiuti, Molillo e Monte la Morte:
Un’attività di monitoraggio portata avanti attraverso lunghi appostamenti dei nostri uomini anche in borghese – ha evidenziato il Comandante Santoroe con l’ausilio di microtelecamere che ha portato, grazie alla stretta collaborazione del Comune, a risultati davvero importanti, con oltre 40 sanzioni. E, ovviamente, l’attività di monitoraggio continua“.
Le persone sanzionate devono capire che con il loro comportamento inquinano il nostro territorio e non possiamo permetterlo – haconf_stampa_abbandonorifiuti2 sottolineato il sindaco CoppolaEcco perché con l’assessore Molentino stiamo portando avanti quest’azione di prevenzione ma anche e soprattutto di repressione del fenomeno. Ora – ha proseguito Coppola – è chiaro che l’intero appalto dei rifiuti va rivisto ma le eventuali carenze del servizio non possono certamente giustificare l’atteggiamento illegale di chi abbandona i rifiuti nel nostro bellissimo agro. Prossimo passo – ha annunciato il primo cittadino – sarà quello di chiedere alla ditta responsabile del servizio di spostare le campane per la raccolta in direzione delle telecamere cittadine, così da monitorare la situazione anche in città“.
Estremamente determinato, come da far suo, anche l’assessore Molentino: “L’abbandono indiscriminato dei rifiuti, oltre alle conseguenze disastrose sul piano ambientale, rappresenta anche un danno d’immagine per la nostra città e implica l’impiego di risorse aggiuntive (anche economiche) per la nostra amministrazione, considerando che la ditta di smaltimento è costretta a dirottare personale per recuperare i rifiuti abbandonati togliendo così unità lavorative all’attività di raccolta nelle zone urbane. Ringrazio le Forze dell’Ordine per il loro capillare ed efficace lavoro e chiedo ai cittadini, per i quali andrà garantita sempre più informazione, di collaborare e di segnalare eventuali infrazioni. Noi saremo in prima linea per sanzionare chi non rispetta le regole“.