Xylella, eradicazione di 56 piante nelle campagne della Cittá Bianca

Abbattimenti Xylella a Ostuni 2
Abbattimenti Xylella a Ostuni 2
Volantino Spazio Conad Mesagne

Nel territorio di Ostuni nei prossimi giorni si procederà all’eradicazione di 56 piante, in cui è stata accertata la presenza della xylella fastidiosa.

Nelle scorse ore è stata pubblicata, sull’albo pretorio del comune, la determinazione  dell’osservatorio fitosanitario regionale che avvia le procedure per l’estirpazione.

Nell’atto dell’osservatorio regionale, esposto al comune di Ostuni, vengono elencate tutte le disposizioni, ed i termini, che i proprietari dei terreni devono seguire, per procedere all’eradicazione. Abbattimento degli alberi, che, se fatto entro il mese di febbraio, non prevede trattamenti preventivi all’estirpazione. Ai proprietari e conduttori sarà riconosciuto un contributo per ogni albero eradicato.

Dall’atto della notifica, che in questo caso partirà il 20 febbraio, ci saranno 20 giorni per completare le procedure di abbattimento, che potrà essere fatto o in maniera autonoma da parte della proprietà dell’uliveto o dall’Arif.

«Qualora il proprietario e conduttore non proceda al concreto delle attività di estirpazione delle piante infette entro 20 giorni dall’avvenuta notifica, la sezione dell’osservatorio -si legge nel documento ufficiale- disporrà l’abbattimento coatto delle piante infette, per il tramite dell’Arif, e provvederà a denunciare alla procura della Repubblica».

I reati contestabili a chi non si attiene alle misure, sono gli articoli 500 e 650 del codice penale (“Chiunque cagiona la diffusione di una malattia” e “Inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”). A ciò si aggiungerebbero anche una sanzione amministrativa e la perdita del contributo per l’abbattimento delle piante infette.

 

Continua a leggere su OstuniNotizie.it