Sequestro preventivo dell’isola ecologica di Santa Caterina

Volantino Spazio Conad Mesagne

Nessuna tregua per l’isola ecologica di Ostuni in contrada Santa Catarina.

Nella giornata di oggi è stato disposto il sequestro preventivo del centro raccolta rifiuti comunale.  Concessi 20 giorni all’amministrazione comunale guidata dalla commissione prefettizia, per individuare, di concerto con il gestore, una soluzione alle varie problematiche da tempo presenti. Intanto la struttura situata nella zona artigianale della Città Bianca, potrà funzionare solo per la normale attività, con la possibilità, da parte degli utenti, di continuare a conferire i rifiuti differenziati. Il provvedimento trae origine da una serie di esposti giunti alla Procura di Brindisi per le criticità ambientali nell’agosto del 2021.

La giunta guidata dall’ex sindaco Guglielmo Cavallo, dopo un esposto datato 16 agosto 2019 ha stanziato 280.000 euro per l’ammodernamento e ampliamento del centro raccolta rifiuti, lavori iniziati e poi rimasti incompiuti da parte della ditta che aveva vinto la gara non mantenendo gli obblighi contrattuali previsti. La zona infatti è ancora interessata dall’area cantiera in attesa che l’attuale commissione prefettizia, espleti una nuova gara che riaffidi i lavori di manutenzione e sistemazione dell’isola ecologica.