Scioglimento, le considerazioni del Forum della Società Civile

Forum società Civile Teresa Lococciolo e Vincenzo Cappetta
Volantino Spazio Conad Mesagne

Scioglimento, le considerazioni del Forum della Società Civile

La Giunta esecutiva del Forum della Società Civile di Ostuni nella riunione del 3 febbraio 2022, ha esaminato il lungo iter procedimentale e le diverse fasi che hanno indotto l’Autorità Centrale dello Stato Italiano a proclamare lo scioglimento del Consiglio Comunale di Ostuni.

Le preoccupazioni di cui si fa carico lo Stato sono già espresse nella premessa del relativo decreto: non arrecare “grave pregiudizio agli interessi della collettività” e “rimuovere tempestivamente gli effetti pregiudizievoli all’interesse pubblico per assicurare il risanamento dell’ente locale”.

La Giunta, che già in alcuni documenti e assemblee del Forum tenute negli anni scorsi aveva affrontato i temi della legalità, trasparenza e controllo del territorio, esprime ora la sua preoccupazione per la situazione evidenziata dal Governo italiano in quel provvedimento che sicuramente produce grave caduta d’immagine, economica, sociale, sanitaria e culturale della Città, per quanto sottoposta ad un lungo periodo di interruzione della dialettica politico/democratica in seno alla sua amministrazione assegnata alla Commissione Straordinaria cui assicura completa disponibilità.

Scioglimento, la Commissione straordinaria Comune di Ostuni

Tanto considerato, intende avviare un dibattito aperto a tutte le associazioni iscritte al Forum, volto ad apportare il proprio contributo per dare adeguate risposte alle gravi difficoltà emerse, ai bisogni dei cittadini e all’amministrazione della città. A tal fine, si propone di convocare a breve un’assemblea, anche per intraprendere un percorso formativo condiviso, atto ad individuare strumenti utili a sollecitare il comune senso della legalità con il rispetto delle norme, ad iniziare dai comportamenti personali e associativi, poiché una cittadinanza è vitale e progredisce se, insieme e singolarmente, si opera nel rispetto delle Leggi.

La presidente del Forum della Società Civile
Prof.ssa Teresa Lococciolo