Rotatoria sulla SP21, il PD: “Esprimiamo la nostra forte preoccupazione per l’affidamento dei lavori”

Ostuni incrocio c.da Rosara 6
Volantino Spazio Conad Mesagne

Un’opera tanto importante per la sicurezza stradale ed attesa da anni risolta in maniera superficiale ed inadeguata per scelte tecniche adottate e posizione della rotatoria.

Esprimiamo la nostra forte preoccupazione per l’affidamento dei lavori relativi alla realizzazione della rotatoria in c.da Rosara all’incrocio della S.P. 21 per Torre Pozzelle.

Già all’indomani dell’approvazione in Giunta del progetto esecutivo, D.G. n. 251 del 18.11.2021, avevamo manifestato, sia alla parte politica che alla parte tecnica, le nostre perplessità.
Nella circostanza non ci siamo limitati a rappresentare le criticità del progetto ma, con lo spirito costruttivo con il quale ci approcciamo a tutte le questioni che riguardano il territorio ed il bene dei nostri concittadini, abbiamo proposto una soluzione alternativa che avrebbe meglio affrontato il problema impegnando circa un decimo delle somme previste nel progetto approvato, 165.000 €. E’ innegabile che in corrispondenza dell’incrocio in questione esista un problema molto grave di circolazione e sicurezza stradale.

E’ altresì evidente però che la soluzione progettuale approvata, per scelte tecniche adottate e posizione della “pseudo” rotatoria, non solo non elimina _“..TUTTI  i punti di conflitto e di intersezione dei flussi veicolari..” _e quindi non risolve le esistenti problematiche dei flussi veicolari, ma addirittura crea nuove problematiche alla circolazione veicolare sia sulla strada provinciale che sulla strada comunale.

Entrambe le viabilità, comunale e provinciale, nel punto d’intersezione sono in notevole pendenza ed inoltre la strada provinciale, proprio in corrispondenza dell’incrocio con la strada comunale, presenta una curva che ne impedisce la visibilità.

La soluzione ottimale, definitiva e tecnicamente corretta e rispettosa delle norme stradali in vigore, già proposta e condivisa in passato, sarebbe quella di realizzare la rotatoria alcune decine di metri più a valle in corrispondenza di altro incrocio (c.da Tamburroni) ubicato in rettilineo ed in piano e quindi in posizione idonea per realizzare una vera rotatoria.
Questa soluzione comporta però l’esproprio di alcune decine di mq di terreno agricolo e la sistemazione ed ampliamento della sede stradale comunale. I maggiori costi di tale soluzione sarebbero però compensati sia dal minor costo di una rotatoria da realizzare su un terreno pianeggiante ma soprattutto da un’opera che “davvero elimina definitivamente TUTTI i punti di conflitto e di intersezione dei flussi veicolari” senza compromettere il traffico sulla strada provinciale.

Passiamo ad esaminare alcune delle principali problematiche che la soluzione progettuale che ci si accinge a realizzare produce.

– Il flusso della strada provinciale 21 verso Torre Pozzella che attualmente è in forte discesa ed in curva, dopo l’intervento continua, ovviamente, ad essere in discesa ma proprio in corrispondenza della sistemazione stradale le curve diventano addirittura quattro;

– Il flusso della strada provinciale 21 da Torre Pozzelle verso Ostuni viene bloccato con apposito segnale di dare precedenza prima dell’attraversamento della pseudo rotatoria. Ciò, se si trattasse di una vera rotatoria, dovrebbe essere la regola. Il principio cardine infatti del traffico in rotatoria è che chi si trova già sulla rotatoria ha sempre il diritto di precedenza su tutti coloro che si accingono ad entrarvi.

In questo caso però tutto il traffico, anche pesante, verso Ostuni che si immette sulla rotatoria viene bloccato due volte prima dell’ingresso ed all’uscita dalla rotatoria. Allo stesso modo il traffico che percorre la strada comunale Rosara diretto al mare viene bloccato due volte dal segnale di dare precedenza, prima di immettersi sulla rotatoria e prima di immettersi sulla S.P. 21.

Questo è un punto di attraversamento molto pericoloso e quindi da percorrere con molta attenzione e con tempi a volte lunghi. In tale punto pertanto, soprattutto durante la stagione estiva, si creerà una fila di autovetture che bloccherà il traffico sulla rotatoria, in particolare il traffico proveniente dal mare con conseguente aumento dei rischi per l’incolumità degli automobilisti, soprattutto coloro i quali percorrono il suddetto tratto stradale nella direzione opposta, da Ostuni al mare.

La soluzione proposta quindi, per tutte le questioni irrisolte e per le nuove problematiche che produce, non risulta essere adeguata ed idonea a garantire una maggiore sicurezza stradale, nemmeno in via temporanea. Peraltro comporta un importante investimento economico ed i cittadini devono essere consapevoli che un’amministrazione oculata deve saper gestire in modo ottimale i soldi della comunità.

Invieremo la suddetta nota alla Polizia Municipale ed alla Provincia di Brindisi al fine di conoscere i pareri che hanno espresso sul progetto esecutivo relativo alla realizzanda opera.

Il Partito Democratico di Ostuni

Continua a leggere su OstuniNotizie.it