Politiche 2022, anche ad Ostuni affluenza in calo

Seggi Poliche 2022
Adv
Adv
Grafiche Nacci

Nella giornata dedicata al voto per le Politiche 2022, affluenza in calo anche nella Città Bianca.

Seggi chiusi, al via lo scrutinio. Afflunza in calo anche nella Città Bianca, per le elezioni Politiche 2022 alla chiusura della urne hanno votato 14.614 persone con una percentuale del 58.12%. Nel 2018 per le scorse politiche avevano votato il 70.37% degli aventi diritto.

Adv

Ore 23,30 – Alle elezioni per il rinnovo del Senato alle ore 23 ha votato il 64,03% degli aventi diritto, quando i dati sono relativi a 3.282 comuni su 7.904). Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2018 alla stessa ora si era recato alle urne il 74,41% degli elettori per la Camera.

Alle elezioni per il rinnovo della Camera alle ore 23 ha votato il 64,67% degli aventi diritto, quando i dati sono relativi a 1.457 comuni su 7.904). Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2018 alla stessa ora si era recato alle urne il 73,68% degli elettori per la Camera.

È di circa 10 punti percentuali il calo dell’affluenza alle elezioni per il rinnovo di Senato e Camera: alle ore 23 ha il 64, 29% per Palazzo Madama e il 64,39% degli aventi diritto per Montecitorio (oltre 5.700 comuni su 7.904). Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2018 alla stessa ora si era recato alle urne il 74,21% per il Senato e il 74,13% per la Camera.

Ore 23,00 – Seggi chiusi in tutta Italia: ora si attendono i primi exit poll.

Secondo gli exit poll Opinio Rai, FdI sarebbe il primo partito: 22-26%. Pd 17-21, M5S 13,5-17,5, Lega 8,5-12,5, Terzo Polo 6,5-8,5, Fi 6-8. Al centrodestra la maggioranza dei seggi. Con Fratelli d’Italia in testa tra il 22-26%. Un successo per Giorgia Meloni, ma non per gli alleati: la Lega sarebbe al 8,5%-12,5 e Forza Italia al 6-8. La speranza di Silvio Berlusconi, intercettato al bar con i suoi dopo aver votato, era quella di prendere più voti del Carroccio, e essere “il regista del governo”.

Il centrosinistra è al 25,5-29,5. Il Pd sarebbe tra il 17-21%,inseguito dal M5S tra il 13,5-17,5, una rimonta avvenuta durante gli ultimi giorni di campagna elettorale specialmente al Sud. Buono anche il risultato raggiunto dal terzo polo di Matteo Renzi e Carlo Calenda che speravano di arrivare al 10% e secondo i primi exit poll si attesterebbero ora tra il 6,5-8,5%.

Secondo altri exit poll, FdI sarebbe al 25,7, la Lega al 10,5% e Fi al 6,5. Il Partito democratico, invece, è al 21,3, Verdi- Sinistra italiana al 3,5, Più Europa al 1,3 e Impegno Civico di Luigi Di Maio 1,2. Il Movimento si attesterebbe al 14% (sopra la Lega e Forza Italia) mentre il terzo polo all’8,5.

 

 

Adv
Volantino Spazio Conad Mesagne
Adv