Paul Haggis in tribunale a Brindisi: “Solo rapporti consensuali”

Paul Haggis
Volantino Spazio Conad Mesagne

Paul Haggis in tribunale a Brindisi: “Solo rapporti consensuali”

Si è svolto questa mattina al tribunale di Brindisi alla presenza del regista e sceneggiatore premio Oscar Paul Haggis l’interrogatorio di garanzia in cui si deciderà sulla convalida del fermo. Haggis è accusato di violenza sessuale e per questo è agli arresti domiciliari da domenica scorsa in un albergo di Ostuni (Brindisi). In Puglia avrebbe dovuto partecipare a un festival cinematografico. Con il regista c’è il suo legale difensore, Michele Laforgia, il quale aveva già annunciato che Haggis risponderà alle domande del gip Vilma Gilli. Il regista e il suo legale non hanno rilasciato dichiarazioni al loro arrivo.

LE PAROLE DELLA DIFESA DI HAGGIS

«Paul Haggis ha spiegato come sono andati i fatti. Si è dichiarato totalmente innocente, così come aveva fatto nell’immediatezza del fermo. I rapporti che ha avuto con questa donna sono totalmente consensuali nel corso di questi tre giorni trascorsi insieme ad Ostuni». Lo ha affermato Michele Laforgia, difensore del regista premio Oscar Paul Haggis al termine dell’interrogatorio di convalida del fermo del 69enne avvenuto questa mattina in Tribunale a Brindisi. «Abbiamo chiarito – ha precisato Laforgia -, anche contrariamente a quello che si ipotizza nelle imputazioni, che non c’è nessuna lesione e nessun segno di violenza». Il regista ha di fatto confermato quanto anticipato questa mattina sulle pagine della Gazzetta nella pubblicazione del memoriale di Haggis.

Leggi anche  Paul Haggis detenuto ai domiciliari ad Ostuni, nelle prossime ore l'interrogatorio

«Io credo – ha sottolineato il penalista barese – che abbiano male interpretato il referto del Pronto Soccorso, dove la ragazza è stata visitata a seguito della denuncia. Adesso stiamo aspettando il provvedimento del giudice che dovrà pronunciarsi sia sul fermo che sulla richiesta dell’accusa, che è di mantenere gli arresti domiciliari in attesa degli accertamenti urgenti».

 

Continua a leggere su OstuniNotizie.it