Ospedale di Ostuni
Pubblicità
Pubblicità

Dopo l’ipotesi avanzata nelle scorse ore, per un possibile nuovo ospedale da realizzare a Brindisi, da Ostuni si rimarca l’assenza di prospettiva nell’immediato per la struttura sanitaria della Città Bianca.

«Facciamo fatica a trovare le parole per definire l’atteggiamento e soprattutto il disinteresse del governo regionale pugliese nei confronti della comunità di Ostuni, con particolare riferimento all’ambito ospedaliero. Come sempre la nostra realtà è completamente lasciata fuori da ogni possibile pianificazione nel breve e medio termine». E’ quanto riferiscono dal movimento civico Per Ostuni.

«Non c’è settimana o giorno, invece, che le attenzioni dei consiglieri regionali del centrosinistra brindisino, in particolar modo del Partito Democratico, si riversino verso gli altri Comuni della stessa provincia. E così il consigliere regionale Fabiano Amati, mentre battaglia per l’ospedale nord a Monopoli, ottiene i fondi per ristrutturare il presidio territoriale di Fasano, ammoderna altre sale operatorie attivando altri day-surgery, certamente utili, ma che a nostro parere sono più attinenti ad un ospedale di base come Ostuni, piuttosto che ad un Pta(presidio territoriale di assistenza).

Sempre dal Pd, poi, l’ultima uscita pubblica e dell’altro consigliere Maurizio Bruno, che punta alla realizzazione di un nuovo ospedale a Brindisi. Senza voler entrare in polemica con la cittadinanza brindisina – si legge nella nota del Movimento Per Ostuni- , si investe e si progetta su tutto, ed in un anno i consiglieri del Pd eletti in questa provincia non sono stati in grado di trovare i fondi per completare dopo oltre 15 anni la Piastra dell’ospedale di Ostuni.

Hanno seguito fino a questo momento ciò che hanno fatto nelle precedenti giunte di centrosinistra gli altri consiglieri regionali di maggioranza: il nulla per la nostra città. Oltre le promesse mai realizzate per il completamento dei lavori per la piastra, che dire della carenza del personale? Della cardiologia attualmente tamponata in quanto a reperibilità, con grossi sacrifici da parte dei cardiologi di Francavilla Fontana, senza una prospettiva di sviluppo. E di Radiologia o del reparto di chirurgia mai tornato nel pieno della sua funzionalità. Quando intendono dare queste risposte i consiglieri regionali del Pd ai cittadini di Ostuni, che hanno contribuito con i loro voti alla loro elezione?. Questa città merita ben altro non il loro completo disinteresse».