Ospedale di Ostuni

La parlamentare brindisina ha interessato dell’ annosa questione il Sottosegretario alla Salute Dott. Pierpaolo Sileri: “Grave il disinteresse della regione Puglia per l’ospedale di Ostuni”

«Grave il disinteresse della regione Puglia per l’ospedale di Ostuni. Ho chiesto l’intervento del sottosegretario al Ministero della Salute Pierpaolo Sileri». E’ quanto riferisce l’on. Valentina Palmisano (Movimento Cinque Stelle). In particolare la sua istanza è finalizzata ad individuare una soluzione definitiva per il completamento della nuova ala.

«Una vicenda che si protrae ormai da troppi anni. I lavori, deliberati già nel 2004, non sono ancora stati completati a causa delle continue battute d’arresto e lungaggini burocratiche legate al susseguirsi di varianti di progetto, fallimenti di ditte aggiudicatrici, assegnazioni e riassegnazioni di appalti. La realizzazione della nuova ala dell’ospedale rappresenta -sottolinea la parlamentare brindisina- una necessità, per l’ampliamento del nosocomio e per l’implementazione di posti letto, che garantirebbero una migliore e più adeguata accoglienza dei pazienti, anche considerando che si tratta di una struttura sita in un territorio a vocazione turistica (con un pronto soccorso che conta circa 23 mila presenze all’anno)».

Ma c’è anche un altro aspetto nella richiesta dell’On. Palmisano al Sottosegretario Pierapaolo Sileri, che afferma: «E’ necessario completare gli interventi, attesi da troppo tempo. I cittadini alla luce della emergenza sanitaria ancora in essere, rischiano di essere costretti a rivolgersi per le cure a strutture sanitarie spesso molto lontane dal territorio di residenza, con evidenti disagi. Sulla questione sono intervenuta più volte in qualità di deputata ed è stato accolto il mio ordine del giorno alla legge di Bilancio 2020, con il quale il Governo si è impegnato a prevedere l’incremento di risorse economico-finanziarie per la realizzazione di opere di ristrutturazione e ammodernamento delle strutture ospedaliere e per il completamento delle opere di ampliamento ancora irrealizzate, attraverso la sottoscrizione di Accordi di programma tra i ministeri competenti e la Regione Puglia». Una pianificazione richiesta a tutela dell’intera popolazione del nord brindisino.

«Serve responsabilità in questa fase da parte di tutti. Ad iniziare dal governatore regionale Michele Emiliano ed all’assessore regionale alla sanità Pierluigi Lopalco che devono chiarire e rendere pubbliche le loro intenzioni sull’ospedale di Ostuni: in merito al completamento dei lavori della piastra e per il necessario rafforzamento della dotazione organica. Ma serve responsabilità anche di è abituato ad urlare al vento, credendo di essere in continua campagna elettorale. Questo territorio -conclude l’on. Valentina Palmisano (M5S)- non ha bisogno di populismo fine a sé stesso, ma di una concertazione, proficua ad ogni livello istituzionale, per ottenere realmente le risposte che la comunità richiede da tempo».