Nei prossimi giorni la riqualificazione del campetto del Circolo Tennis. Espletata la gara per l’affidamento dei lavori.

Circolo Tennis
Circolo Tennis
Volantino Spazio Conad Mesagne

La struttura all’interno del circolo tennis, attualmente in terra battuta, sarà ripavimentato in erba sintetica. Oltre alla risistemazione dell’impianto sportivo, verrà riqualificata anche la zona intorno alla struttura.

Saranno avviati nei prossimi giorni i lavori di riqualificazione del campetto situato all’interno del Circolo Tennis Ostuni. Le opere verranno realizzate alla Perulli SRL, azienda leccese che si è aggiudicata la gara d’appalto con un’offerta economica di 53mila 363 euro. La struttura attualmente in terra battuta, sarà ripavimentato in erba sintetica. Oltre alla risistemazione dell’impianto sportivo, verrà riqualificata anche la zona intorno alla struttura.

L’intervento di riqualificazione, seguito dall’ing. Federico Ciraci in qualità di Dirigente del Settore LL.PP. e responsabile unico del procedimento, rientra nel progetto di graduale  riqualificazione dell’intero complesso sportivo del “Campus 167”, dove oltre al circolo tennis si trova anche lo stadio comunale Vito Asciano, pianificato diversi anni fa e reso possibile al 50% da fondi messi a disposizione dal Comune di Ostuni e al 50% da fondi erogati dalla Provincia di Brindisi.

Il processo di recupero del campo, fu avviato negli anni scorsi dall’ex assessore tecnico allo sport ed alle infrastrutture sportive Margherita Penta, all’attuale assessore Francesco Palmisano in quota al gruppo di Puglia Popolare è solo toccato il compito di espletare le fasi di appalto: “Espletate tutte le procedure di affidamento con la recente sottoscrizione del contratto d’appalto – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici – i lavori per l’adeguamento del terreno di gioco e la conseguente sistemazione del manto in erbetta sintetica partiranno quanto prima e verranno terminati nel giro di un mese. Una miglioria che incontra le esigenze di chi pratica abitualmente sport in quel campo da gioco, garantendo maggiore fruibilità e sicurezza”.