Lavori alla nuova piastra all’Ospedale di Ostuni, verso la ripartenza, nei prossimi giorni l’incontro in ASL.

La data da segnare sul calendario è orientativamente quella del 12 maggio 2022, in quell’occasione i vertici della Asl di Brindisi si incontreranno per discutere del futuro della piastra dell’Ospedale Civile di Ostuni. È infatti in programma presso la direzione generale Asl, un incontro che mette insieme i vertici territoriali dell’ospedale ostunese, i vertici tecnici asl e con la direzione generale. Da qui si avvierà una nuova fase per la ripartenza dei lavori e ci auguriamo il completamento della nuova piastra dell’ospedale della Città Bianca, oggi ancora ospedale che ospita i pazienti covid.

La nuova ala dell’ospedale è cantierizzata da vent’anni, nel 2004, a seguito di apposito Accordo di Programma, venne previsto un finanziamento (ex art. 20 della L. 67/1988, normativa in tema di edilizia sanitaria) di 3,3 milioni euro per la progettazione di un ampliamento della struttura; nel 2008 si aggiungerà un altro finanziamento di ulteriori 1,7 milioni per una variante.

L’anno dopo, nel 2009, il PAL (Piano Attuativo Locale) della ASL previde un ulteriore ampliamento e mediante accesso al POR Fesr 2007-2013 furono investiti altri 774.545,46 per l’acquisto di un impianto di tomografia computerizzata, un impianto di mini RNM artroscan e un impianto di radiologia OPT, attrezzature acquistate, ad oggi presenti nella struttura ma inutilizzate. Oggi per concludere i lavori secondo la Asl di Brindisi servono 8mln di euro, ma anche il progettista e la pianificazione dei lavori, di questo si parlerà nell’incontro dei prossimi giorni.