L’incontro a Palazzo San Francesco

Un incontro per affrontare la situazione degli studenti del liceo scientifico “Pepe” di Ostuni. Ieri a Palazzo San Francesco, si sono ritrovati il provveditore agli studi di Brindisi Vincenzo Melilli, il dirigente scolastico Annunziata Ferrara, l’assessore Niky Maffei, facente le funzioni del sindaco per la contemporanea assenza del primo cittadino Gianfranco Coppola e del suo vice Nicolangelo Zurlo, e l’assessore alla pubblica istruzione Maristella Andriola, che ha introdotto i lavori dell’assemblea. Presenti a Palazzo di città decine di genitori Valutare le possibili soluzioni alternative alla formazione di quattro classi di prime, l’obiettivo primario.

Vivono una situazione di estrema incertezza i 91 studenti iscritti al 1° anno del liceo scientifico “Ludovico Pepe” di Ostuni. La mancata possibilità di dare vita a quattro classi, due del nuovo ordinamento di latino, e due di scienze applicate, rischia di provocare gravi ripercussioni per l’avvio dell’anno scolastico. Da una parte l’ira dei genitori, dall’altra i numeri ristetti ed i parametri da rispettare per l’ufficio scolastico provinciale. Solo una la certezza: le classi saranno tre ed accoglieranno, almeno, 30 alunni. La questione è stata al centro di un’assemblea, solo in parte pubblica, tra le varie componenti interessate al problema.