locandina indietroneltempo
locandina indietroneltempo

Mercoledì 3 giugno premiazione dei vincitori del concorso a cura del Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale

A conclusione del corrente anno scolastico, mercoledì 3 giugno p.v., allo ore 10,00,  è prevista la premiazione dei vincitori del concorso riservato agli alunni delle scuole primarie e secondarie di 1° grado denominato “Indietro nel tempo”, con una manifestazione presso la Chiesa di San Vito Martire (Monacelle), via Cattedrale nel Centro Storico di Ostuni, sede del Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale.

Introduce la prof.ssa Maria Concetta Nacci, vice-presidente dell’Istituzione Museo; intervengono la Dr.ssa Marilena Zurlo, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ostuni, e la Dr.ssa Luciana Parisi, Giornalista Rai del TG3.

Il concorso “Indietro nel tempo” si inserisce nell’ambito della promozione che l’Istituzione Museo di  “Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale” di Ostuni sta riservando agli studenti, al fine di sensibilizzarli nei confronti del patrimonio storico e culturale del territorio.

Il concorso “Indietro nel tempo” relativo all’anno scolastico 2014 – 2015 è stato bandito dal passato Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione Museo presieduto dal prof. Lorenzo Valente, ha riscosso notevole successo, con la partecipazione di numerosi alunni che hanno prodotto interessanti elaborati, coniugando fantasia e rigore storico, dimostrando come la storia della propria comunità può essere vissuta con entusiasmo oltre che come fattivo coinvolgimento.

Le scoperte archeologiche del territorio ostunese, le cui testimonianze sono conservate nel Museo di Civiltà preclassiche  di Ostuni, con in primo luogo l’esclusivo reperto originale “Ostuni 1”, “La madre più antica del mondo”, riferibile ad una donna di circa 20 anni e databile a 28.000 anni, rinvenuta con i  resti del suo feto in grembo, esposta dopo le complesse operazioni di restauro e sistemazione a cura dello scopritore prof. Donato Coppola, e il Parco Archeologico di Santa Maria d’Agnano, con la “Grotta della Maternità”, fonte di numerosi rinvenimenti di notevole valore storico,  sono stati i soggetti che hanno ispirato i giovani concorrenti, magistralmente guidati dai docenti.