Indagine sul livello di gradimento della cittadinanza, in relazione ai servizi erogati dal Comune

Palazzo San Francesco
Volantino Spazio Conad Mesagne

Indagine sul livello di gradimento della cittadinanza, in relazione ai servizi erogati dal Comune: c’è tempo fino al 28 febbraio per compilare il questionario.

Per il secondo anno di seguito, l’Amministrazione comunale decide di sottoporre ai cittadini residenti e a chiunque volesse offrire il proprio contributo, un questionario che indaga sul grado di soddisfazione di chi abita o frequenta la Città bianca. Posto in evidenza sulla home page del sito istituzionale del Comune di Ostuni (www.comune.ostuni.br.it), il questionario mira a sondare il livello di gradimento in merito a una serie di servizi forniti dall’Amministrazione comunale.

Il documento invita i cittadini a esprimere un’opinione puntuale, in una scala che va da 1 (scarso) a 5 (ottimo), su decoro urbano, pulizia di strade e aree verdi, funzionamento del sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, qualità dell’aria e delle acque, affidabilità e tempestività d’intervento della Polizia municipale. Queste sono solo alcune delle voci su cui i cittadini sono apertamente invitati a riferire il proprio giudizio.

Tra gli obiettivi principali dell’indagine, come riportato dallo stesso questionario, compilabile direttamente online, in forma anonima, vi è quello di migliorare costantemente la qualità complessiva dei servizi offerti dall’amministrazione comunale. Le risposte fornite serviranno all’amministrazione per individuare le misure più opportune da intraprendere e saranno utilizzate successivamente anche a fini statistici.

«In ossequio ai principi di partecipazione e trasparenza – spiega il sindaco Gianfranco Coppola – il questionario, sebbene esponga l’amministrazione alla mercé di qualcuno, che potrebbe utilizzarlo strumentalmente, dà comunque ai cittadini la possibilità di esprimere giudizi e suggerimenti, volti esclusivamente al miglioramento dei servizi che questa amministrazione si impegna quotidianamente a fornire».

Continua a leggere su OstuniNotizie.it