Il Tar Lecce respinge le richieste dei commercianti, le delibere restano attive

Piazza Comune Ostuni
Piazza Comune Ostuni
Volantino Spazio Conad Mesagne

Il Tar di Lecce ha rigettato le richieste dei commercianti di Ostuni.

Il Tar ha rigettato le richieste dei commercianti di Ostuni. La decisione è arrivata nelle ultime ore, la camera di consiglio è fissata per il prossimo 14 settembre 2022, quando praticamente, non avrà più senso annullare quelle delibere emanate dalla commissione prefettizia che gestisce il comune di Ostuni dallo scorso 21 dicembre 2022.

Il Tar Lecce non ha concesso la sospensione dell’ordinanza sul divieto di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 2:00 alle 6:00 che pertanto resterà valida almeno sino a settembre.

Il ricorso era stato presentato da 31 aziende, dalla Confesercenti di Brindisi e patrocinato dagli avvocati Fabrizio Monopoli e Antonella Molfetta.

“Riteniamo che il provvedimento sia illegittimo e lesivo degli interessi delle attività commerciali senza tuttavia che consegua alcuno scopo di quelli che intende raggiungere – ha sottolineato Eugenio Santomanco, portavoce del comitato “Il turismo e vita” – Questa ordinanza ha unicamente favorito una diminuzione degli avventori, anche notturni, che hanno preferito altre mete, evidentemente più accoglienti danneggiando pesantemente le attività economiche che fondano il proprio reddito sulla stagione estiva. Imprenditori che hanno investito sul nostro territorio e che, dopo due anni di pandemia, devono fare i conti con una misura che pregiudica l’attività economica. Sul piano giuridico le restrizioni appaiono eccessive e sproporzionate rispetto a quelle consentite dalla normativa. Ed invero un’ordinanza contingibile è urgente deve essere fondata sulla necessità di provvedere in via d’urgenza alla rimozione di un pericolo concreto e attuale, ma nulla di tutto ciò è stato indicato all’interno del provvedimento”.

Ma la voce dei commercianti ostunesi non è stata ascoltata dal TAR di Lecce che nella giornata del 28 luglio 2022, ha rigettato la richiesta di sospensione dell’ordinanza emessa dal comune di Ostuni sul divieto si somministrazione di alcolici e superalcolici.

“Restiamo convinti del grave danno che stanno subendo le attività e dell’illegittimità dell’atto impugnato che ci auguriamo possa essere dimostrata nel prosieguo del giudizio – afferma Santomanco – con riferimento all’ordinanza sul divieto di vendita di alimenti e bevande per gli esercizi di vicinato oltre le ore 2:00 questa sarà valida sino al 5 di agosto e non sarà prorogata. Questa ordinanza, come già chiarito dal Comune, non riguarda i pubblici esercizi”.