Il Parco delle Dune Costiere a Festambiente a Grosseto

image12
image12
Volantino Spazio Conad Mesagne

Il Parco Regionale delle dune costiere ha partecipato attraverso il suo direttore all’incontro di domenica 10 agosto dal titolo “In Vacanza nei Parchi. Le aree protette come volano del turismo e dell’economia dei territori” in svolgimento a Grosseto-Rispescia presso il Centro per lo Sviluppo Sostenibile di Legambiente nel Parco Naturale Regionale della Maremma nell’ambito della XXVI edizione di “Festambiente”.
FESTAMBIENTE è il festival nazionale a impatto zero di Legambiente, uno dei maggiori appuntamenti europei dedicati all’ecologia e alla solidarietà. Nato nel 1989, è organizzato a Rispescia, nel Centro nazionale per lo sviluppo sostenibile di Legambiente “Il Girasole”, alle porte del Parco regionale della Maremma e a pochi chilometri da Grosseto. L’evento ospita ogni anno oltre 80.000 visitatori e combina svago e tematiche ambientali grazie a concerti, conferenze, teatro, cinema all’aperto, Città dei bambini e sana alimentazione. Promuove la qualità della vita in tutti i suoi aspetti: dalla salvaguardia del patrimonio ambientale alle innovazioni tecnologiche, dalla promozione delle fonti rinnovabili alla tutela delle tradizioni e culture locali e solidarietà.
Il convegno sulle aree protette come volano del turismo e dell’economia dei territori realizzato da Federparchi-Europarc Italia e da Legambiente, è stato coordinato da un giornalista d’eccezione come Beppe Rovera per anni conduttore della rubrica televisiva Ambiente Italia su RAI TRE. Hanno partecipato Vittorio Cogliati Dezza Presidente nazionale Legambiente, Renato Grimaldi Direttore Generale alla conservazione della natura Ministero dell’Ambiente, Giampiero Sammuri Presidente nazionale Federparchi, Lucia Venturi Presidente Parco Regionale della Maremma, Gianfranco Ciola Direttore del Parco delle dune costiere di San Leonardo, Domenico Totaro Presidente Parco Nazionale Appennino lucano della Val D’Agri Lagonegrese, Maurizio Gubbiotti nominato di recente commissario straordinario Roma Natura, Marco katzemberger imprenditore turistico del Parco Adamello Brenta.
Al termine del convegno si e tenuta una rassegna eno-gastronomica dal titolo Parchi a Tavola, con le produzioni agroalimentari dei Parchi e delle Aree protette d’Italia a cui ha partecipato l’area naturale protetta di Ostuni e Fasano con il presidio Slow food del pomodoro Regina di Tore Canne dell’azienda agricola di Pasquale Mastrochirico, con l’olio monocultivar di Ogliarola salentina prodotto con metodi biologici nell’area del Parco da parte della masseria Salamina e la pasta di grano duro Senatore Cappelli prodotto con metodi biologici dal pastificio Cardone di Fasano. Tutte aziende queste con il Marchio del Parco.
Per il Parco è stata un’importante occasione per presentare le buone pratiche messe in atto nell’ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile con il coinvolgimento degli operatori turistici privati che rispettano criteri di sostenibilità ambientale nella propria gestione d’impresa.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it