L’iniziativa, il cui obiettivo comune tra Polizia di Stato e Istituti di Istruzione è quello della creazione di una cultura della legalità a partire dai giovanissimi.

Nella mattinata di ieri (giovedì 10 novembre) la Polizia di Stato ha consegnato le agende scolastiche “il mio diario” per l’anno scolastico 2022/2023 agli studenti della quarta classe dei circoli didattici di Ostuni “Giovanni XXIII” e “Pessina – Vitale”. Nel corso dell’incontro, alla presenza dei dirigenti scolastici, delle insegnanti e degli alunni, è stata condivisa l’importanza dell’iniziativa che ha lo scopo di promuovere la cultura della legalità ed il rispetto delle regole poste alla base della convivenza civile a beneficio dei giovani studenti delle scuole primarie ed è frutto della sinergica collaborazione tra la Polizia di Stato ed il Ministero dell’Istruzione, con il sostegno del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

L’agenda scolastica “il mio diario”, attraverso contenuti e linguaggio adeguati ai giovanissimi, si pone l’obiettivo di avvicinare gli adulti di domani alla cultura della legalità e di fornire un contributo nell’educazione al rispetto delle regole e ai valori di convivenza civile sanciti, innanzitutto, dalla Costituzione. Protagonisti sono i supereroi della legalità, Vis e Musa, i loro amici a quattro zampe, Lampo e Saetta, ed il pappagallino Gea. I loro superpoteri sono l’amicizia, la solidarietà e la legalità, che utilizzano nel migliore dei modi grazie ai consigli della Polizia di Stato; affrontano i temi della salute, dello sport, della cura dell’ambiente, dell’inclusione sociale, dell’educazione stradale, del corretto utilizzo di internet e dei social network, ma anche i fenomeni di devianza giovanile più comuni, come bullismo e cyber-bullismo.

La narrazione è arricchita da importanti contributi valoriali e di intrattenimento a cura del noto personaggio della letteratura per ragazzi, Geronimo Stilton. L’iniziativa, il cui obiettivo comune tra Polizia di Stato e Istituti di Istruzione è quello della creazione di una cultura della legalità a partire dai giovanissimi, ha riscosso grande successo e soddisfazione da parte delle due comunità scolastiche interessate e i ragazzi hanno colto l’occasione di incontro per rivolgere alcune domande e per esprimere delle curiosità ai poliziotti intervenuti.