Una veduta della Cattedrale di Osutni
Una veduta della Cattedrale di Osutni

La 41° edizione celebrata anche nella Città Bianca, ingresso gratuito e riduzioni in Musei e mostre.

Lunedì prossimo 27 settembre 2021 verrà celebrata la Giornata Mondiale del Turismo e quest’anno il tema centrale sarà il “Turismo per una crescita inclusiva” (Tourism for Inclusive Growth).
A Ostuni la giornata di lunedì 27 settembre verrà celebrata aprendo le porte dei musei e del-le mostre: i Musei Civico e Diocesano sarann’o visitabili gratuitamente dalle 10 alle 18, anche il Parco Archeologico di Agnano sarà aperto con ingresso gratuito dalle 10 alle 18 mentre la Mostra “OBEY FIDELITY. The art of Shepard Fairey” ospitata al piano superiore del Museo Diocesano sarà visitabile con il prezzo ridotto di 6€ dalle 10 alle 20.

“Voglio ringraziare il Presidente dell’Istituzione Museo, Michele Conte e il referente di Puglia Walking Art, Pierangelo Argentieri, per aver accolto il mio invito a celebrare questa giornata an-che a Ostuni. – riferisce il Sindaco e Assessore al Turismo e Cultura Guglielmo Cavallo – Questa giornata è l’occasione per i tanti visitatori che ancora popolano la nostra città di conosce-re al meglio i nostri “gioielli di famiglia” ma anche l’opportunità per tanti cittadini di Ostuni e dei paesi limitrofi di “fare i turisti in casa propria”, proprio nell’ottica di un’inclusione che ritengo fon-damentale per lo sviluppo del nostro intero territorio.”
L’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) per la 41ma edizione ha scelto il tema dell’inclusione per sottolineare la capacità unica del turismo di garantire che nessuno venga la-sciato indietro, mentre il mondo inizia a riaprirsi e a guardare al futuro.

“La pandemia di COVID-19 ha avuto un enorme impatto sociale ed economico, colpendo sia le economie sviluppate che quelle in via di sviluppo, ma i gruppi emarginati e i più vulnerabili so-no stati colpiti più duramente. – riferiscono dall’Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa del coordinamento delle politiche turistiche – La ripartenza del turismo, il settore dell’economia che ha sofferto più di tutti della pandemia, aiuterà a rilanciare la ripresa e la cre-scita. È essenziale che i benefici che ne deriveranno siano ampiamente ed equamente goduti. Di qui, l’invito a focalizzarsi sul turismo per una crescita inclusiva, quale occasione per guardare oltre le statistiche e riconoscere che, dietro ogni numero, c’è una persona.”