Gestione rifiuti, Brescia (PD): “Situazione fuori controllo”

Angelo Brescia
Angelo Brescia
Volantino Spazio Conad Mesagne

L’esponente del Partito Democratico, racconta le problematiche della Città di Ostuni tra abbandondo di rifiuti e carenza di personale di Polizia Locale.

Il dramma estivo nella nostra città riguarda sempre la raccolta differenziata, ancora una volta ci facciamo trovare impreparati per un’estate da boom turistico. Il territorio più colpito è sempre quello che dovremmo salvaguardare, quello delle campagne della Valle d’Itria. Ancora una volta raccolgo doglianze da parte dei cittadini ostunesi residenti su tutto il territorio comunale che ancora una volta si vedono deturpata la propria residenza con cumuli di rifiuti abbandonati ed una raccolta differenziata che va in affanno durante il periodo estivo. Non è colpa di certo di chi oggi amministra il comune di Ostuni, il problema è nel piano industriale redatto dagli uffici comunali nella scorsa legislatura, si nota bene oggi però il problema della carenza sotto tutti i punti di vista soprattutto in estate.

Oggi si può solo controllare il territorio, se ci fossero i vigili urbani, ma il comune di Ostuni è orfana del corpo di Polizia Locale, poche unità spremute come limoni, non si è stati in grado di fare per due volte un concorso, non si è stati capaci di prendere delle unità per il periodo estivo. Questa è la realtà la città di Ostuni è abbandonata a sé stessa e ce ne rendiamo conto appena usciamo di casa, dal piano parcheggi, passando per la raccolta rifiuti, oltre alla confusione generale che attanaglia il nostro centro storico, perché se nelle contrade il problema è l’abbandono indiscriminato di rifiuti, nel centro storico il caos regna sovrano tra parcheggi selvaggi e mezzi in continuo movimento.

Spero solo che nel prossimo autunno la commissione prefettizia schiacci il famoso tasto “reset”, e prendere il controllo della città in vista poi dei periodi di Natale e della prossima primavera, me lo auguro perché la Città Bianca non vada indietro rispetto al resto dei paesi che la circondano che viaggiano sicuramente con una velocità maggiore rispetto alla nostra.