ego international larredo made in italy traina lexport pugliese
ego international larredo made in italy traina lexport pugliese

Vola l’export pugliese nel primo trimestre 2021 con un incremento delle esportazioni pari al 31,5% rispetto allo scorso anno.

A trainare le vendite è l’eccellenza dell’arredo della Regione, che grazie al settore del mobile conquista una larga fetta del mercato internazionale.

Un risultato ottenuto sfruttando le innumerevoli opportunità delle Fiere di Settore, tra cui Homi, il Salone degli stili di vita organizzato dalla Fiera di Milano in concomitanza a quello del Mobile e divenuto un vero polo internazionale di networking nella filiera del design contemporaneo.

Sono circa 3500 le imprese specializzate nel settore dell’arredamento Made in Puglia, che hanno contribuito attraverso un approccio innovativo a rendere il settore una delle principali eccellenze produttive regionali. Una tradizione capace di fondere artigianalità, tradizione e tecnologia: il dinamismo dell’export pugliese, che già nelle recensioni dei dati dell’ultimo biennio ha fatto registrare un trend più che positivo, sembra rappresentare la carta vincente dell’economia locale.

E’ quanto affermano da anni anche gli esperti di EGOInternational, voce autorevole nel panorama dell’export, che ha spesso guardato di buon occhio il comparto imprenditoriale pugliese nelle sue recensioni, evidenziandone le potenzialità.

Negli ultimi anni la compagnia di Rimini si è spesso espressa sul sistema economico della Regione, individuando nella vendita all’estero dei prodotti made in Puglia il vero fulcro dell’economia del territorio.

L’opinione dell’azienda si estende alle eccellenze locali, dal settore agroalimentare al ruolo logistico della regione, dotata di un porto industriale capace di assumere un’importanza strategica per le PMI, fino al comparto dell’arredamento.

Il sistema pugliese si basa su un tessuto produttivo caratterizzato da una forte continuità e da una filiera integrata in costante evoluzione, capace di aprirsi ai mercati mondiali.
Ad evidenziarlo non sono solo le opinioni di EGO International ma anche i dati registrati negli ultimi anni dalle fonti istituzionali, tra questi i numeri delle recensioni ISTAT sulle esportazioni versi i Paesi UE, che vedono la Puglia collocarsi da anni tra le regioni italiane più virtuose.

EGO International: opinioni e recensioni sull’export del mobile Made in Italy

Il comparto del mobile ha sempre rappresentato -secondo l’opinione di EGOInternational-un’eccellente opportunità sui mercati esteri per le piccole e medie imprese del nostro Paese.

Lo confermano i dati riportati dall’azienda in una delle recensioni del sito ufficiale (https://www.egointernational.it/), che fanno emergere nell’ultimo triennio una crescita delle esportazioni superiori al 3%.

Quello del mobile è dunque un settore in crescita, sia per quanto riguarda il mercato interno che quello estero, alimentato negli anni dagli scambi commerciali con la Russia, che – aggiunge EGOInternational nei suoi commenti – avrebbe dato nuova linfa ad un comparto che sembrava essere in stallo da tempo.

Secondo la sua opinione i mercati più interessanti sarebbero Francia, Stati Uniti e Germania, ma per poter ricavare il massimo e acquisire competitività sui player internazionali è fondamentale innovarsi con un approccio digitale, così da raggiungere più facilmente le aree ricettive e i mercati target.

I commenti di EGO International descrivono interessanti opportunità di business all’estero per il settore dell’arredamento: stime ottimistiche che sembrano trovare oggi riscontro nella realtà imprenditoriale italiana, soprattutto in quella pugliese: il comparto del mobile ha finalmente superato la flessione del fatturato degli ultimi cinque anni anche grazie alle opportunità virtuali e alla capacità delle pmi del territorio di innovarsi.

Fonte: https://www.restoalsud.it/storie-del-sud/arredamento-made-in-puglia-vola-lexport-di-uneccellenza-con-3-500-imprese/