Dichiarazione del Consigliere regionale Fabiano Amati.

“La vicenda a questo punto merita una segnalazione alla Corte dei Conti. La Commissione straordinaria del Comune di Ostuni assume che il patrocinio al convegno sulla Xylella in programma oggi è un refuso della delibera, nientemeno, mentre hanno addirittura elargito un contributo. Ma siamo pazzi? Un contributo come se fosse una sagra o una manifestazione estiva? Cioè la Commissione straordinaria delibera contributi con fondi prelevati dalle tasse dei cittadini per lo svolgimento di un convegno diretto a sostenere teorie contro l’osservatorio Fitosanitario nazionale? Oh mio Dio!”

“Finisce dunque che in un Comune italiano si danno contributi pubblici per finanziarie teorie contro la prova scientifica e le decisioni dell’Unione europea, Repubblica Italiana e Regione Puglia. Peggio di così non si può. Peraltro si scopre che il contributo è di € 2000. Ossia 2000 euro per sostenere teorie antiscientifiche e contro le decisioni del Governo, stabilito da una Commissione governativa.”