Caos movida: scattano i divieti per alcolici e musica

Movida Ostuni Centro Storico
Volantino Spazio Conad Mesagne

Movida: firmata l’ordinanza che prevede lo stop ad alcolici e la regolamentazione delle emissioni sonore

La dott. Tiziana Giovanna Costantino della Commissione Straordinaria ha firmato l’ordinanze che prevedono, dal 6 luglio fino al 30 settembre, dalle ore 2 di notte alle ore 6, il divieto della “vendita anche per asporto e la somministrazione, di bevande alcoliche e superalcoliche. Per le predette finalità, i titolari o gestori delle attività commerciali, dei pubblici esercizi, dei circoli privati e degli esercizi artigianali” presenti nelle strade e nei locali del centro e del centro storico, “sono responsabili della corretta applicazione di quanto disposto e dovranno adottare nei confronti dei propri avventori le necessarie misure di controllo”.

Tutto questo perché “il flusso di persone nel centro cittadino segue un trend in aumento, specie nelle ore serali e notturne e ragionevolmente, con l’avvento della stagione estiva, subirà ulteriore sensibile incremento” mentre nello stesso periodo degli anni precedenti “si sono riscontrati elementi di criticità sotto il profilo del disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone, della sicurezza e del decoro urbano, con ripetute violazioni delle norme che regolano la somministrazione di bevande soprattutto alcoliche, delle norme del TULPS e delle disposizioni del Codice della strada, nonché situazioni d’intralcio alla circolazione pubblica e di offesa alla sicurezza ed al decoro urbano”.

Cittadini, singoli e associati, hanno rappresentato all’Amministrazione Comunale “il sussistere di problematiche inerenti la necessaria tutela della tranquillità e del riposo dei residenti nelle zone della piazza e del centro storico mentre queste zone rientrano, secondo la zonizzazione acustica vigente, fra quelle maggiormente tutelate sotto il profilo della limitazione del rumore”.

Sempre con ordinanza n. 109 del 5 luglio scorso, dal 6 luglio al 30 settembre, sono state emesse le deroghe alle emissioni sonore e cioè: “limitatamente nei giorni di venerdì e sabato nonché nelle vigilie e festività infrasettimanali, lungo tutta la costa: fino alle ore 2 del giorno successivo; nei giorni di venerdì e sabato nonché nelle vigilie e festività infrasettimanali nel centro urbano e zone rurali del territorio ostunese: fino all’una di notte; nei giorni dalla domenica al giovedì lungo tutta la costa: fino all’una di notte del giorno successivo; nelle giornate dalla domenica al giovedì nel centro urbano e zone rurali del territorio, fino a mezzanotte; nei giorni di venerdì e sabato ai titolari di autorizzazione di agibilità (ai sensi dell’art. 80 del R.D. 773/1931 – TULPS), salvo in caso di particolari eventi, gli stessi operatori devono fare richiesta di autorizzazione in deroga ai limiti di rumorosità ambientale fino alle ore 3 del giorno successivo”.

Le attività di diffusione sonora e musicale svolta all’esterno delle attività, su aree pubbliche e private, anche attraverso l’installazione di diffusori acustici derivanti da impianti interni ai locali, “determinano l’obbligo per i titolari di dotarsi propedeuticamente all’avvio dell’attività, della relazione previsionale di impatto acustico di cui alla legge n.447/1995 e alla legge regionale 12.02.2002, n.3 e potranno esercitarsi esclusivamente nel rispetto dei valori limiti di emissione e degli orari così come indicati dalla legge regionale 12.02.2002, n.3” mentre per le manifestazioni di intrattenimento musicale dal vivo organizzate dai gestori dei pubblici esercizi e per tutte le altre attività inserite nel calendario delle iniziative e non dell’”estate ostunese 2022”, è prevista la deroga al limite delle emissioni sonore.

Infine, sempre con altra ordinanza n. 111 del 5 luglio, sono state presi provvedimenti in materia di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti con limitazione degli orari di vendita degli esercizi del settore alimentare o misto e delle attività artigianali di produzione e vendita di prodotti di gastronomia pronti per il consumo immediato e all’erogazione di alimenti e bevande attraverso distributori automatici.

“A decorrere dal 6 luglio e fino al 5 agosto, su tutto il territorio comunale, fatti salvi gli ulteriori limiti di legge vigenti, dalle ore 1 alle ore 5, è vietata la vendita negli esercizi del settore alimentare o misto delle attività artigianali di produzione e vendita di prodotti di gastronomia pronti per il consumo immediato e all’erogazione di alimenti e bevande attraverso distributori automatici. Per le predette finalità, i titolari o gestori delle attività commerciali, dei pubblici esercizi, dei circoli privati e degli esercizi artigianali, sono responsabili della corretta applicazione di quanto disposto e dovranno adottare nei confronti dei propri avventori le necessarie misure di controllo”.

Le disposizioni delle ordinanze dovranno essere fatte rispettare dalle forze dell’ordine: Polizia Locale, il Commissariato di P.S., il Comando Stazione dell’Arma dei Carabinieri e il Comando della Guardia di Finanza.