Volantino Spazio Conad Mesagne

La sanificazione dell’aria è un tassello aggiuntivo per la sicurezza di tutti, ha sottolienato la dirigente Guendalina Cisternino.

La Scuola Secondaria di Primo grado Barnaba Bosco di Ostuni, in considerazione del protrarsi dell’emergenza sanitaria generata dal Covid-19, ha scelto operare ancor di più nella direzione della sicurezza di alunni e personale. A tal fine ha utilizzato parte di un finanziamento statale ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, spendibile per tante e ampie finalità, per l’acquisto di sanificatori dell’aria per ciascuna delle aule, di entrambi i plessi Barnaba e Bosco, in cui gli alunni e i docenti svolgono quotidianamente le attività didattiche. La sanificazione dell’aria è un tassello aggiuntivo per la sicurezza di tutti.

Si tratta di un importante e poderoso investimento che la scuola ha effettuato con propri fondi in autonomia in quanto, dovendo convivere con il virus ancora per alcuni anni, si è ritenuto che ciò non possa avvenire a discapito della socialità , del funzionamento della scuola e della salute di tutti.
I dispositivi acquistati utilizzano la capacità antimicrobica dei raggi ultravioletti e possono essere utilizzati mentre le persone sono presenti, durante le lezioni o le attività quotidiane. La sorgente UV-C agisce non solo sul virus COVID-19, ma anche su altre tipologie di batteri e virus, un investimento che va al di là dell’attuale emergenza pandemica, pertanto con un raggio di azione a lungo termine.

Ci auguriamo che questo ulteriore tassello, congiunto alle altre forme di riduzione del rischio di contagio adottate con il protocollo anticovid ed osservate dalla comunità scolastica , possa costituire per le famiglie degli alunni un motivo in più di serenità per le ore trascorse a scuola, in sicurezza, dai propri figli.

Continua a leggere su OstuniNotizie.it