Parco delle Dune Costiere
Pubblicità
Pubblicità

“Ritardi per l’approvazione degli strumenti di pianificazione del parco delle Dune Costiere. Serve un impegno immeditato a tutela dell’area naturale”.

“Occorre recuperare i gravi ritardi per l’approvazione degli strumenti pianificazione relativi al parco Dune Costiere. Anche la regione Puglia ha sollecitato la nuova governance ad attivarsi in questa direzione”. E’ quanto afferma in una nota l’On. Valentina Palmisano (Movimento Cinque Stelle) che in più occasioni, anche pubbliche, ha richiesto una maggiore attenzione per il futuro dell’area naturale della provincia di Brindisi, che in particolare ricade nei comuni di Fasano e Ostuni.

“Mi preme ringraziare innanzitutto la consigliera regionale del M5S Antonella Laricchia che in maniera concreta ha sottoposto agli uffici della regione Puglia le gravi vertenze che hanno caratterizzato il parco, prima della recente nomina del nuovo Presidente (Annarita Angelini), avvenuta a distanza di 18 mesi dalle dimissioni di Enzo Lavarra.”

“L’interessamento di Antonella Laricchia ha praticamente fornito un’ulteriore certezza delle gravi colpe dei tre componenti dell’assemblea consortile (le amministrazioni comunali di Ostuni e Fasano e la provincia di Brindisi) in riferimento ad alcune importanti criticità gestionali per il parco Dune Costiere. Veti politici assolutamente inadeguati a tutelare l’interesse pubblico.”

“Tutto ciò ha determinato ritardi su ritardi per fondamentali procedure che riguardano relative al Parco. Serve recuperare tempo: chiedo alla nuova governance del Dune Costiere di aprirsi ad un confronto con le comunità e gli operatori dell’area naturale per fissare un cronoprogramma delle procedure da attuare”.