Pubblicità
Pubblicità

Parte ufficialmente IRIS di SPORT E SALUTE una progettualità innovativa di attività motoria per gli over 64.

Il progetto sarà realizzato da Associazione Benemerita FAIR PLAY, che ha messo in campo una grande squadra di forte valenza scientifica come il centro ricerche dell’Accademia Nazionale di Cultura Sportiva (ANCS), l’Ente di promozione sportiva del CONI- ACSI.

Il progetto sarà strutturato in una fase iniziale formativa di tutto il team di laureati in scienze motorie coinvolti, per una corretta strutturazione didattica delle attività svolte, che coinvolgerà centinaia di anziani over 64. Le attività, grazie alla strutturazione di comitato tecnico scientifico, saranno monitorate attentamente a partire dalla formazione, alla parte valutativa dei partecipanti fin ad arrivare alla parte pratica dove saranno organizzate lezioni con presenza bisettimanale di un’ora per diversi meso-cicli di lavoro. L’attività scelta grazie alla sua innovatività, il distanziamento del gioco (utile in questo periodo particolare pandemico) e soprattutto alla sua alta inclusività è il gioco dello SKYMANO. Il fine ultimo dell’attività mira al miglioramento globale delle capacità motorie negli over 64 e ottimizzazione della capacità residue attraverso un’attività motoria ludica, divertente e aggregante con forti valenze scientifiche.

IRIS è la Dea che nella mitologia greca rappresenta la via dell’arcobaleno con lei che era definita la messaggera di Zeus. Quando Zeus doveva trasferire i messaggi importanti lei si tramutava in svariati ruoli pur di essere credibile dinnanzi alla persona che doveva ricevere il messaggio. C’è una connessione con quello che è il progetto I.R.I.S. che vuole essere Inclusivo, Rieducativo e Innovativo attraverso lo Sport e quindi la forza dei messaggi che saranno lanciati all’interno di questo progetto.

Il comitato tecnico scientifico messo in campo sarà composto dal Dott. Ruggero Alcanterini C.N.I.F.P. (FAIR PLAY), Antonino Viti (Presidente Nazionale Ente promozione ACSI). Coordinatore e responsabile della formazione: Prof. Michele Panzarino (Responsabile Nazionale Sez Active Ageing ACSI e Centro ricerche ANCS, Responsabile della Ricerca: Prof.ssa Elvira Padua (Università Telematica San Raffaele, Università degli Studi Tor Vergata), Dott. Antonio Maria Lanzetti (Presidente Ordine dei Medici di Viterbo), Dott. Antonio De Lucia (SOCIETA’ ITALIANA PSICOLOGIA DELLO SPORT), Dott. Roberto Curcuruto (Medicina dello sport ANCS), Responsabile della sezione Pluridisabilità: Dott.ssa Annalisa Minetti (Responsabile Nazionale Sez. Pluridisabilità ACSI e A.S.D. IRIDE).

L’assessore alle politiche sociali Antonella Palmisano ha supportato l’iniziativa nel comune di Ostuni coinvolgendo i due centri anziani la quiete e il “Filo di Arianna” nella partecipazione alle attività all’aperto. “è stato un anno difficile per i nostri amici della terza età e ricominciare a stare insieme attraverso lo sport svolto all’aperto sarà sicuramente lo stimolo giusto per ritornare alla normalità, con entusiasmo e in totale sicurezza. I nostri centri anziani devono ritornare a vivere ed essere il punto di riferimento per chi li frequenta con attività e laboratori che hanno sempre stimolato la loro creatività e la loro esperienza. Che sia dunque solo l’inizio di un nuovo capitolo di vita, quell’arcobaleno che ci ha tanto incoraggiato”.