Pubblicità
Pubblicità

Tracciati nuovi confini privati a ridosso della spiaggia di Diana Marina: posizionati diversi divieti tra la sabbia e la scogliera.

Sta facendo discutere la scelta della nuova proprietà dell’ex convento tra Diana Marina e Monticelli, che pochi giorni fa ha installato alcuni pali per limitare gli accessi, quasi in area demaniale, in un terreno comunque privato.

In particolare l’investimento interesserebbe il vecchio convento “Oasi San Benedetto”. Ad immaginare un nuovo futuro alla struttura ed all’intera zona di pascolo circostante, un gruppo imprenditoriale del Nord Italia, al cui interno ci sarebbero anche manager sportivi. Al momento solo indiscrezioni sulla nuova proprietà, quel che è certo che ogni progetto nell’immediato futuro, non dovrebbe prevedere una cementificazione su questo tratto di costa.

In questa fase i nuovi proprietari, anche a tutela dell’area circostante hanno portato avanti delle opere di tracciamento dei confini avviando- come spiegano fonti vicino agli investitori- un confronto con le autorità preposte, anche quelle locali. Possibili ed ulteriori accertamenti della Polizia Locale riguarderebbero eventuali punti di accesso o passaggi nelle zone di confine. Così come, è stato spiegato dalla proprietà non sarà assolutamente impedito l’accesso pedonale al mare, che continuerà ad essere libero.

Il parcheggio a ridosso della spiaggia grande di Diana Marina, utilizzato negli anni da chi raggiungeva questo tratto di costa, rientra comunque nell’area privata, delimitata anche in questo caso dai pannelli posizionati nelle ultime ore. Sul web nelle ultime ore è comparso comunque un video in cui alcuni residenti della zona chiedono scelte diverse per l’area.