Bandiera Blu
Bandiera Blu
Pubblicità
Pubblicità

L’invito per partecipare alla cerimonia di consegna della Bandiera Blu è arrivato all’Amministrazione Comunale della Città Bianca.

Ogni anno la Foundation for Environmental Education stila un elenco di spiagge Bandiera Blu, che vengono insignite dell’ambito premio che determina la qualità di una spiaggia in funzione di pulizia delle acque e efficienza dei servizi.

Nel 2021 le spiagge Bandiera Blu in Italia sono 385. Il podio delle regioni italiane con più spiagge premiate spetta a Liguria (30), Toscana (19) e Campania (18). Per la Puglia sono 13 le località che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento.

Un invito che vale un premio. L’ennesimo per il territorio. Dovranno attendere ancora pochi giorni per la notizia ufficiale, ma è praticamente certo che anche quest’anno i comuni di Fasano, Carovigno e Ostuni otterranno la bandiera blu, che certifica la qualità del mare e servizi ambientali adeguati agli standard imposti dalla Fee (Fondazione per l’educazione ambientale).

Spiagge premiate in provincia di Brindisi:

  • Ostuni: Lido Morelli, Pilone, Lido Fontanelle, Creta Rossa
  • Carovigno: Mezzaluna, Pantanagianni, Punta Penna Grossa/Torre Guaceto
  • Fasano: Egnazia Case Bianche, Savelletri, Torre Canne

Nelle scorse ore è stata notificata alle tre amministrazioni comunali la convocazione per partecipare all’evento celebrativo che si svolgerà a Roma, nei prossimi giorni.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell’ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale e riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale nel campo dell’educazione ambientale e dell’educazione allo sviluppo sostenibile.

Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.

Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.