ENEL
ENEL
Pubblicità
Pubblicità
Volantino Spazio Conad Mesagne

Il Ministero della Transizione Ecologica ha approvato il progetto “Smart Grid Cabina Primaria Ostuni Mare” candidato da E-Distribuzione Spa per il territorio della Città Bianca.

Oltre sei milioni di euro d’investimenti previsti per il territorio ostunese. Obiettivo quello di migliorare la qualità del servizio elettrico in una zona di particolare pregio turistico. Ufficializzata la graduatoria dell’avviso pubblico “Reti intelligenti”, per la “smartizzazione” della rete elettrica di distribuzione dell’energia nel sud Italia. I progetti finanziati sono 32, per un totale di circa 207 milioni di euro.

Le somme a disposizione per il territorio di Ostuni andranno anche a favorire la piena integrazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili nel sistema elettrico nazionale. «Si tratta di un passo importante per il nostro territorio per avviare finalmente quella rivoluzione nel mondo dell’energia elettrica che ci consentirà la distribuzione in modo intelligente e decentralizzato. L’auspicio è che possa essere il primo di una serie di interventi finalizzati ad aumentare anche la competitività dell’area a nord della provincia di Brindisi». Così la parlamentare del Movimento Cinque Stelle, Valentina Palmisano, che ha comunicato l’avvenuto finanziamento per il territorio di Ostuni.

«In un momento storico così complesso, investimenti di questa portata potrebbero contribuire ad avviare un processo di modernizzazione capace di attrarre nuove opportunità di sviluppo in diversi settori. All’orizzonte per la Puglia e la provincia di Brindisi anche quelle che saranno le risorse inserite nel Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza)che non potranno che inserirsi in questo percorso virtuoso avviato verso la transizione ecologica. Il progetto appena approvato per il territorio di Ostuni coniuga perfettamente – conclude la deputata originaria della Città Bianca- quelle che sono le prerogative di un piano che ha l’ambizione, anche di accorciare il gap tra il Nord ed il Sud dell’Italia».