jean monnet
Jean Monnet Ragioneria
Pubblicità
Pubblicità

Si è tenuto il 14 dicembre un evento di portata internazionale presso l’Auditorium della Sede di Via Silletti dell’Istituto Pantanelli Monnet.

Si è tenuto il 14 dicembre un evento di portata internazionale presso l’Auditorium della Sede di Via Silletti dell’Istituto Pantanelli Monnet: la sessione on line della Giornata Euroscola, l’iniziativa che il Parlamento europeo promuove da alcuni anni con lo scopo di far incontrare studenti dei diversi Paesi dell’Unione, per discutere tra loro delle speranze e dei progetti per l’Europa del futuro.

L’Istituto, pur essendo stato selezionato lo scorso aprile per partecipare in presenza all’evento Euroscola a Strasburgo, a causa della pandemia ha dovuto, a malincuore, rinunciare a una simile opportunità di crescita individuale, sociale e comunitaria dei suoi alunni. Quest’anno è stata, comunque, data alle scuole la possibilità di partecipare on line al Progetto. I ragazzi delle classi terze delle due Sedi dell’Istituto e la classe V B dell’indirizzo Turismo hanno lavorato in gruppi tramite le piattaforme didattiche digitali sui temi dell’Education and Youth Employment, elaborando testi che hanno poi postato sulle piattaforme dell’Unione Europea preposte allo scopo di raccogliere idee innovative, quesiti e richieste da parte dei giovani dell’Unione.

Nella seduta odierna hanno partecipato al confronto internazionale e alla fine della giornata hanno espresso il loro voto sulla piattaforma del Parlamento Europeo in merito alle proposte più innovative circa le occasioni di studio, di lavoro, di inclusione sociale e di abbattimento delle discriminazioni di genere, di razza e di lingua per i giovani europei.

Nell’intervento conclusivo rivolto agli studenti del Pantanelli – Monnet, selezionati insieme a sole altre 7 scuole su tutto il territorio nazionale, ed altre 100 tra tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Liliana Angela Savino, ha sottolineato l’importanza del confronto, dell’attitudine all’apertura verso opportunità di conoscenza, valorizzazione delle proprie peculiarità nazionali, ma anche opportunità di esperienze di studio e di lavoro di più ampio respiro, sfruttando le potenzialità che la rete digitale offre ai giovani, annullando o limitando il digital gap e favorendo l’inclusione e la crescita non solo come individui, ma anche come studenti e cittadini europei. La nostra scuola non si ferma, diventa Euroscola!