Ostuni dall'Alto
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Il presidente del Forum della Società Civile scrive all’amministrazone comunale sugli Strumenti Urbanistici.

Il sottoscritto Vincenzo Cappetta, presidente del Forum della Società Civile, lette le dichiarazioni dell’assessore alla Pianificazione e Gestione del territorio Eliana Pecere, chiarisce quanto segue: La Città di Ostuni ha bisogno di avere i seguenti strumenti urbanistici approvati ed operativi nei tempi più brevi possibili:

1) L’adeguamento del P.R.G. (Piano Regolatore Generale) al P.U.T.T. (Piano Urbanistico Territoriale Tematico “Paesaggio”) e al P.P.T.R. (Piano Paesaggistico Territoriale Regionale) deve essere concluso rapidamente. Si tratta dell’unica via per avere oggi uno strumento urbanistico funzionale che garantisca gli operatori economici, dia sicurezza operativa ai tecnici e trasparenza ai cittadini; in attesa di un nuovo P.U.G. (Piano Urbanistico Generale).

Non occuparsi dell’iter di approvazione dell’Adeguamento, significa danneggiare lo sviluppo economico, sociale e culturale della Città. L’approvazione dell’Adeguamento del P.R.G. al P.U.T.T. e al P.P.T.R. permetterebbe l’utilizzo di una cartografia unica aggiornata e Norme Tecniche adeguate alla legislazione della Regione Puglia; inoltre, permetterebbe di avere nuove Norme Tecniche di intervento nel Centro Storico di Ostuni, che modificano le norme del vigente Regolamento Edilizio.

2) L’approvazione definitiva da parte del Consiglio Comunale del Documento di Rigenerazione urbana rappresenta un altro obiettivo inderogabile al quale lavorare seriamente, perché ciò permetterebbe di avere a disposizione uno strumento urbanistico di indirizzo e di programmazione di tutti gli interventi di risanamento del patrimonio edilizio e degli spazi pubblici; di tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio storico-culturale, paesaggistico e ambientale. Il Documento di Rigenerazione Urbana permette l’accesso a tutti i bandi di finanziamento relativi al recupero e miglioramento degli spazi e delle strutture pubbliche ( Legge 21/2008 “Norme sulla Rigenerazione Urbana” della Regione Puglia).

3) La conclusione dell’iter di approvazione di Piani già in essere, adottati, quali: Il Recupero degli Orti Urbani a valle del Centro Storico; Il Piano del Colore; Il Piano del verde urbano).

Ad esempio nel caso del Piano di Recupero degli orti è urgente procedere – dopo la realizzazione dell’impianto di irrigazione – alla consegna dei singoli comparti ai 23 enti che hanno sottoscritto un Patto di Collaborazione con il Comune di Ostuni. Questo intervento serve per tutelare e valorizzare la bellezza di una zona di vitale importanza per la Città e per il suo Centro Storico.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

L’assenza di ogni intervento sta determinando degrado e abbandono, oltre al rischio di vedere l’insediamento di attività e strutture abusive.

4) L’approvazione del Piano delle Coste (Legge Regionale 17/2015). Questo Piano, infatti, garantirebbe:
a) L’accesso e la fruizione delle spiagge e di tutta la costa da parte della collettività;
b) La protezione dell’ambiente, la tutela del paesaggio e il recupero dei tratti di costa che versano in stato di degrado;
c) Lo sviluppo turistico e delle attività economiche relative.
d) la migliore organizzazione degli spazi adibiti a parcheggio, relazionati ad altri spazi di natura più propriamente pedonale e fruitio-paesaggistica ecc.

5) L’approvazione del P.U.M.S (Piano Urbano di Mobilità Sostenibile) è essenziale per dotare la Città di tutti i servizi legati ad una mobilità sicura e controllata (parcheggi, piste ciclabili, zone verdi, zone a traffico limitato); per abbattere l’inquinamento atmosferico, migliorare l’efficienza e l’economicità dei trasporti, migliorare la qualità della vita . Non appare corretto e regolare approvare ed adottare il P.M.C.C. ( Piano di Mobilità Ciclistica e Ciclopedonale), prima della approvazione del P.U.M.S che definisce le linee generali e le scelte strategiche di intervento della mobilità complessiva della Città. Il finanziamento regionale ottenuto di 45.000 euro è finalizzato alla redazione del P.U.M.S.

La Città di Ostuni ha bisogno degli strumenti urbanistici sopra riportati. Ogni ulteriore ritardo causerebbe danni gravi ai cittadini e agli operatori economici; impedirebbe ogni ulteriore possibile investimento e la creazione di posti di lavoro. Si spera che l’Amministrazione Comunale concluda – in tempi brevi – il processo di approvazione per la tutela e la valorizzazione del territorio e per lo sviluppo economico, sociale e culturale della Città.

Si chiede alle SS.LL. un incontro per discutere i problemi in oggetto con la partecipazione del Coordinamento del Forum e della Consulta di settore Urbanistica.

POTRESTI ESSERTI PERSO...