Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Continuano a registrarsi fenomeni di abbandoni di rifiuti nelle campagne di Ostuni. Sacchetti colmi di rifiuti tra gli ulivi secolari ed i muretti a secco.

Scene identiche ai confini con San Michele Salentino e Carovigno, alle provinciali per Ceglie Messapica e Martina Franca. Identiche situazioni di degrado filmate e immortalate, che ormai da giorni fanno il giro del web. E non bastano neanche i verbali elevati nelle ultime settimane da parte degli uffici comunali a rimuovere il fenomeno. Foto-trappole da parte della Polizia Locale che sono installate in più parti del territorio urbano: nei prossimi giorni partiranno una nuova serie di accertamenti e sanzioni contro chi si è reso responsabile delle violazioni. Come non mancano i controlli anche sull’utilizzo dei sacchetti neri: anche questo divieto imposto, ha suscitato una serie di proteste, tra le attività commerciali.

Sul fronte degli abbandoni nelle aree rurali, invece, non poche nelle scorse settimane erano state le polemiche, soprattutto politiche, dopo l’attivazione nel nuovo sistema di raccolta nelle zone più distanti dal centro urbano. Il porta a porta, infatti, ad oggi viene effettuato in solo alcune contrade urbanizzate, in un raggio di circa, 1,5 chilometro. Per la parte restante del territorio è prevista l’implementazione delle Cam Mobili.

Più volte anche nelle ultime settimane, il consigliere comunale di opposizione Angela Matarrese, aveva chiesto una nuova pianificazione del servizio, finalizzata a contrastare con più forza il fenomeno dell’abbandono. Per ridurre i disagi soprattutto nelle aree più distanti dal territorio di Ostuni, soprattutto verso Martina Franca, l’amministrazione comunale ha progettato delle isole ecologiche di prossimità a Galante e Mezzoprete, con gli ingressi automatizzati, dove si potrà conferire separatamente in ogni ora.

Intanto nei giorni scorsi sono stati presentati alcuni nuovi contenitori che saranno dislocati in più punti della città, per rifiuti differenziati. «Siamo consapevoli della difficoltà della gestione dei rifiuti. Siamo sempre più proiettati ad offrire. Vorremo – ha riferito in conferenza stampa il sindaco Guglielmo Cavallo-che ci fosse maggior senso civico, che portasse tutti a rispettare le regole».

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Appello giunto anche dall’assessore all’ambiente Paolo Pinna. «Purtroppo dopo il lookdown abbiamo notato che la gente tende meno a differenziare, creando un danno all’amministrazione, ed economico a se stessi. Ora saranno posizionati questi nuovi contenitori. Alla base, però, ci deve essere il senso civico di utilizzarli per conferire i rifiuti separati, e non gettare buste con l’indifferenziato. Abbiamo anche noleggiato una macchina specifica per il lavaggio ed una pulizia più attenta del centro storico». Intanto saranno distribuite in questi giorni venticinquemila copie della brochure “Ostuni è tua, rispettala”, con le indicazioni necessarie e utili per il conferimento nelle zone rurali e nel centro urbano.

POTRESTI ESSERTI PERSO...