Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Il bollettino registra un’impennata rispetto ai casi azzerati degli scorsi giorni. I contagi nelle province di Bari e Foggia, a Brindisi se ne aggiungono altri tre ancora fuori bollettino

Per i casi del Barese si tratta di rientri da Marocco e Kazakistan e dal Kuwait. Da quest’ultimo Paese, secondo un’ordinanza del ministero è della Salute, è vietato l’ingresso e il transito in Italia. Proprio il monitoraggio degli arrivi da Paesi ad alto rischio epidemiologico aveva portato pochi giorni fa il dipartimento di Prevenzione della Asl di Bari a varare una struttura organizzativa con un ambulatorio Covid free nella sede del Cto e di cinque postazioni di Drive in clinics tra Bari e provincia dove è possibile eseguire il tampone direttamente in auto.

Coronavirus, rientri in Puglia: a Bari 17mila auto segnalazioni. Tamponi restando in auto o nell’ex Cto

Il tutto è basato su un rafforzamento della procedura di autosegnalazione quando si arriva in Puglia da fuori regione. “La abilità e la professionalità dei dipartimenti di prevenzione delle Asl – commenta Pier Luigi Lopalco, coordinatore delle emergenze epidemiologiche della Regione – hanno permesso di testare tempestivamente i casi di alcuni cittadini di rientro dall’estero che si sono autosegnalati sul sito regionale. Solo la registrazione sul sito https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus permette al sistema di prevenzione regionale di individuare potenziali casi sospetti e di invitarli a eseguire i test diagnostici. La situazione resta comunque sotto il controllo delle Asl e ogni caso viene tracciato con la relativa indagine epidemiologica sui contatti stretti. Dovremo abituarci nei prossimi giorni alla possibile rilevazione di altri casi che – se sotto controllo – non rivestono particolari problematicità per la salute pubblica generale”.

Nel bollettino odierno non risulta nessun nuovo decesso (il totale resta 548), con i guariti che salgono a 3.929 (3 in più rispetto agli scorsi giorni).Con queste cifre gli attualmente positivi passano da 68 a 70 e i ricoverati totali, sempre senza nessun paziente in terapia intensiva, diventano 12 contro gli 11 di ieri.

Solo solo 5 gli attualmente positivi in provincia di Lecce, secondo il report settimanale redatto da Fabrizio Quarta, direttore U.O.C. Epidemiologia e statistica Asl Lecce. Tre di questi sono gli appartenenti allo stesso nucleo familiare di Copertino, di rientro dal Brasile, autosegnalati e inseriti nel bollettino del 10 luglio scorso. Intanto dall’ospedale Perrino di Brindisi giunge notizia di altri tre casi. Uno è relativo a una paziente di ottant’anni portata al pronto soccorso per problemi cardiaci e a cui, come da procedura, è stato fatto il test. Gli altri due, invece, sono due cittadine albanesi che presentavano sintomi riconducibili al coronavirus. È stato attivato il percorso Covid e sono state isolate in un’area dedicata.

Fonte: Repubblicabari.it