Pubblicità
Farmacia Matarrese Promozione solari estate 2020 Ostuni
Pubblicità
Pubblicità

Tornano i matrimoni in Puglia, il primo post Covid ad Ostuni a Masseria Traettasi è svolto sabato scorso 13 giugno 2020.

Il suono di un violino, come unica melodia. Dolce e isolata. Niente primo ballo neanche per gli sposi. Lo impongono i protocolli. Vietata ogni forma di musica: anche la Siae, non rilascia autorizzazioni per eventi privati. E così è stato anche per i due novelli sposi, che ieri hanno celebrato il loro matrimonio a “Masseria Traetta” ad Ostuni.

Nel cuore della Valle D’Itria la coppia, originaria della provincia di Brindisi ed impegnata nel settore farmaceutico, ha potuto ospitare poco più di 50 ospiti: anche in queste caso le misure di prevenzione del contagio hanno determinato un party intimo, senza la possibilità di aumentare la platea. Invitati a distanza anche per seguire la celebrazione civile.

Ogni postazione preparata, colorata e addobbata, rispettando, le misure di distanziamento. Anche qualche mascherina su smoking o eleganti abiti da sera per le donne a caratterizzare uno dei primi matrimoni, con eventi privati svolti nella Città Bianca. Un si da ricordare doppiamente per gli sposi e per gli invitati, tra cui anche importanti manager del settore sanitario, giunti non solo dalla Puglia.

Senza musica e dj-set, per gli ospiti della coppia è stato il contesto naturale della location dove si è svolto il rito civile ed il banchetto ad allietare la serata. Atmosfera suggestiva a sopperire all’impossibilità di poter dare vita ad alcuni riti tradizionali del matrimonio. Per le serenate, dediche e primo ballo per gli sposi, anche con i genitori, ci sarà ancora da aspettare ancora qualche giorno. Per la coppia brindisina è stata comunque una serata di festa quella di ieri. Di emozioni da ricordare. Comprese le misure anti-contagio, ampiamente rispettate dagli ospiti anche a cena dopo il rito civile.

Per Masseria Traetta, quello di sabato scorso, è stato il primo matrimonio, del nuovo corso, pianificato per tempo, anche adeguandosi ad un protocollo sanitario, “Safe Event Certificate” stilato dalla proprietà con il contributo di un biologo, un virologo ed un legale.

«Per noi era fondamentale ripartire. La proprietà, la famiglia D’Agosto, nonostante le non facili misure derivante al protocollo, ha adeguato la struttura, garantendo agli ospiti la massima sicurezza. Per quanto ci riguarda, questo primo banchetto di matrimonio, ci ha favorevolmente sorpreso, per l’ attenzione dimostrata dagli sposi e dai commensali». Così Giuseppe Primicerio, general manager di “Massseria Traetta Exclusive”.

«E’ in dubbio che il nostro è un settore che ha subito notevoli perdite a cause della Pandemia, soprattutto perché i numeri della crescita della Valle D’Itria, in questi ultimi anni, sono ben noti. Questo sarà sicuramente uno stimolo in più per riprendere quel percorso, che devo essere sincero non abbiamo mai abbandonato nel nostro piccolo, approfittando del periodo di chiusura, per consolidare il nostro lavoro nei target di riferimento, soprattutto ai mercati esteri.Siamo contenti nel ripartire anche – aggiunge Primicerio- per mettere a tacere pseudo- esperti e comunicatori, che vedono i ricevimenti, come uno dei settori più a rischio in termini di possibilità contagio». Diversi saranno i matrimoni, che durante l’estate saranno celebrati nella stessa struttura della Città Bianca: non mancano, infatti, le richieste.

«Noi, come altri colleghi professionisti del settore, abbiamo lavorato giorno e notte, sacrificando anche le nostre famiglie per studiare un “Modello” di lavoro sicuro, garanzia per i nostri dipendenti e per gli ospiti. Non accetto, così, facili pregiudizi contro uno dei settori che più di altri ha permesso a questa area della Puglia di crescere e farsi apprezzare nei mercati internazionali, oltre che per le location uniche e suggestive – conclude Giuseppe Primicerio – anche la qualità dell’accoglienza e dei servizi offerti».