cimitero ostuni
cimitero ostuni
Pubblicità
Farmacia Matarrese Consegne a Domicilio Ostuni
Pubblicità
Pubblicità

Le Confraternite di Ostuni a partire da oggi hanno deciso di non aprire i loro spazi privati all’interno del cimitero.

Una scelta che parte dall’ordinanza del 30 aprile scorso del comune di Ostuni, sull’obbligo di sanificazione settimanale delle loro aree private.

Le confraternite sostengono che non sono nelle condizioni ogni sette giorni di provvedere al pagamento di queste attività. Da qui la chiusura fino al 3 giugno prossimo, con l’auspicio di una condivisione con il comune di una soluzione alternativa, per poter riaprire prima di quella data.

Non condivide questa scelta l’assessore ai servizi cimiteriali del comune di Ostuni Giuseppe Corona. «Noi abbiamo fatto per riaprire in sicurezza il cimitero con l’impegno dell’ammnistrazione, ed ora questa situazione ci mortifica. Auspico che possano trovare una soluzione per garantire l’accesso, perché si tratta, le operazioni di sanificazione, di adempimenti previsti per Legge».

Corona aggiunge: «Non conosco la loro formula giuridica, ma il Governo per questi interventi di prevenzione del contagio ha messo a disposizione delle somme. Si sforzino di trovare i soldi e valutino quanto prima – afferma l’assessore- la riapertura, anche perché loro hanno anche dei doveri nei confronti dei confratelli. Quello è un luogo privato, ma che non può restare chiuso»