Nuova Ala Ospedale
Nuova Ala Ospedale
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Giuseppe Colucci: “La regione apra la nuova ala dell’Ospedale di Ostuni”, l’ex primario di pediatria scrive al presidente Michele Emiliano.

La necessità di offrire alternative. Concrete. In apparenza di non facile attuazione, ma che in vista anche di quello che potrà accadere nei prossimi giorni e settimane, potrebbero essere un supporto, almeno logistico, fondamentale per affrontare l’emergenza determinata dal Coronavirus in provincia di Brindisi. «Presidente Emiliano faccia come la Lombardia: si adoperi in poco tempo ad ultimare la nuova piastra dell’ospedale di Ostuni».

E’ questo l’appello che Giuseppe Colucci, già primario del reparto di pediatria nella Città Bianca e responsabile della formazione per l’Ordine dei Medici della Provincia di Brindisi, rivolge al governatore della Puglia Michele Emiliano. Una richiesta che giunge da chi ha vissuto le difficoltà quotidiane all’interno di una struttura ospedaliera, anche logistiche, che nei prossimi giorni sono destinate ad aumentare per l’emergenza sanitaria in atto nella Penisola. E come detto da più parti anche in provincia di Brindisi, di qui a breve potrebbe salire il numero di posti letto necessario per la terapia intensiva.

«Caro Presidente apprezzo il suo impegno in questo particolare momento per garantire adeguata assistenza sanitaria ai cittadini di questa Regione ed affermo questo da medico pediatra con oltre 50 anni di laurea –scrive Colucci- ed aver vissuto nel corso degli anni altre emergenze ma non come questa attuale». Da parte del noto professionista della Città Bianca, poi, la richiesta del completamento delle opere all’interno di un cantiere aperto oltre 12 anni fa: «Perché non si adopera,così come sta pensando la Regione Lombardia,per completare la piastra quasi finita dell’ospedale di Ostuni garantendo così un aumento dei posti letto e garantire alla Pneumologia dei posti di semi intensiva respiratoria?. Le chiedo scusa ma in una situazione di emergenza mi sembra un progetto fattibile».

Nessuna volontà da parte dell’ex primario ostunese, in questa fase delicata per l’intera Regione, di polemizzare o andare alla ricerca di responsabilità dei ritardi, ma solo l’intenzione di avanzare una proposta che potrebbe da un lato essere d’aiuto al servizio sanitario provinciale, dall’altro porre fine ad un’ incertezza che da anni gravita intorno alla nuova ala della struttura della Città Bianca.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Ad oggi, anche prima che il CoVid- 19 divenisse responsabile di questa situazione di grave rischio per la salute dei cittadini italiani, dirigenti e tecnici dell’Asl di Brindisi hanno sostenuto la necessità di almeno altri 8 milioni di euro per completate i lavori ed allestire gli spazi nel cantiere dell’ospedale di Ostuni. Risorse economiche richieste, anche con interrogazioni al Ministro della Salute da parte della parlamentare della Città Bianca Valentina Palmisano (M5S), nella scorso autunno. Al momento però, non sono mai pervenute alle autorità locali risposte su questo fronte, e quindi sulla volontà delle istituzioni, ad ogni livello, di individuare il percorso per reperire questi fondi.

In questa fase d’emergenza, ora, con lo scenario organizzativo in ambito sanitario costretto ad interventi e a pianificazioni giornaliere, in base alle necessità del momento che si aggravano minuto dopo minuto, la richiesta che giunge da nord brindisino, è quello di valutare un intervento in ambito strutturale, seppur non previsto nell’immediato ma che sarebbe giustificato dall’eccezionalità storica del momento. Intanto prosegue la raccolta fondi per l’ospedale di Ostuni, sul portale telematico “gofundme”: le donazioni hanno quasi raggiunto quota 20mila euro.

POTRESTI ESSERTI PERSO...