Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

E’ stato presentato ieri sera in conferenza stampa il nuovo piano di raccolta per i rifiuti ad Ostuni.

«Rafforzeremo la lotta all’abbandono dei rifiuti. Lavoreremo per eliminare ogni disagio alla cittadinanza, soprattutto per le zone rurali». E’ stato presentato ieri sera in conferenza stampa il nuovo piano di raccolta per i rifiuti ad Ostuni. Presenti gli assessori Poalo Pinna, all’ambiente e Giuseppe Corona alle contrade. Insieme a loro anche Federico Ciracì dirigente del settore ambiente del comune, e Francesco Blonda il direttore di esecuzione del contratto.
La prima novità partirà già da domani: saranno eliminate dal territorio tutte le campane del vetro, spesso divenute discarica a cielo aperto, con il conferimento indiscriminato di ogni tipologia di rifiuti. L’altra modifica, anche questa sostanziale rispetto al recente passato, è lo stop al servizio di “porta a porta” nelle campagne: ci saranno altri 10 giorni di periodo transitorio ed informativo.
Dal 10 febbraio si passerà ufficialmente alla fase attuativa, e quindi con il conferimento per i residenti di queste aree, oltre 1,5 chilometro dal centro abitato, che avverrà solo nelle isole ecologiche mobili, che secondo un calendario saranno posizionate in spazi facilmente raggiungibili. Paolo Pinna ha voluto rispondere a quelle che sono alcune critiche giunte alla vigilia dell’avvio del servizio da parte delle famiglie che non saranno più servite dal “porta a porta”.
«Questo piano è partito nel 2018: è un appalto “ponte” , che si collegherà in futuro con il piano unico industriale dell’aro Br 3, con più comuni, che prevede l’eliminazione del “porta a porta”. Oltre all’implementazione delle isole mobile, stiamo pensando –spiega l’assessore all’ambiente- a postazioni fisse video sorvegliate, in quei tratti più complessi da raggiungere. Il territorio del comune di Ostuni è molto esteso, 223 chilometri quadrati, 197 per le aree rurali. Questo servizio è stato eccessivamente oneroso per l’amministrazione: più delle volte venivano a crearsi disservizi.
Il nuovo progetto può subire modifiche dovessero esserci segnalazioni di postazioni delle isole mobili più facili da raggiungere. Stiamo pensando anche alle famiglie con disabili che vivono nelle campagne, per venire incontro alle loro esigenze».
Anche l’assessore Corona interviene sul tema delle “campagne”. «Ho proposto all’amministrazione di cercare di ampliare le detrazioni, anche per venire incontro a questi disagi. Ritengo che si potrà dare vita, comunque, anche con la collaborazione di tutti i cittadini, ad un servizio migliore, a costi inferiori».

L’altra novità riguarda la presenza di tredici contrade urbanizzate, nel raggio di circa 1,5 chilometro: Sant’Oronzo, Bagnardi, Monte La morte, Camere, Follifuoco, Lamardilla, Molillo, Salinola, Corvetta, Ramunno, Villa Specchia, Santa Caterina, Rosara. In questo caso ci saranno 1800 utenze servite quotidianamente con il “porta a porta” così come avviene già in tutto il centro abitato.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Restano confermati, rispetto al passato, due servizi: le cam mobili in città ogni giorno, con le postazioni che seguono un calendario fisso, tra via Tenente Specchia, area stadio comunale e Piazza Firenze, ed il ritiro degli ingombranti, previa prenotazione al call center. «Continueremo la lotta all’abbandono dei rifiuti: oltre le foto-trappole, a breve saranno installate telecamere, con servizio wi fi –conclude Paolo Pinna- per monitorare ancora meglio ogni abuso o illecito conferimento, che poterà alla sanzione»

POTRESTI ESSERTI PERSO...