Sarà un consiglio comunale monotematico sulla sicurezza aperto alla città, quello di oggi pomeriggio con inizio alle 16 ad Ostuni, ma con l’assenza di rappresentanti istituzionali o delle forze dell’ordine provenienti da oltre i confini locali.

E’ alta la probabilità, infatti, che la seduta di questo pomeriggio non veda la partecipazione, perché fuori sede, di parlamentari del territorio o dirigenti e funzionari dei dipartimenti territoriali che si occupano di sicurezza e ordine pubblico.

Potrebbe mancare, per impegni professionali pregressi, anche Domenico Tanzarella, l’ex sindaco di Ostuni e attuale consigliere comunale di opposizione, vittima di due gravi intimidazioni a distanza di poche settimane. La necessità di approfondire e dare una risposta a questi eventi criminosi, è alla base dell’istanza avanzata da cinque consiglieri comunali dell’area civico-socialista. Protocollata la richiesta il presidente del consiglio comunale Giovanni Zaccaria ha convocato prima la conferenza dei capigruppo e poi la seduta dell’assise cittadina.

Un consiglio quello di oggi, che oltre agli interventi da parte dei vari gruppi politici, potrebbe essere aperto al contributo delle associazioni e del Forum della Società Civile, che già alla vigilia dell’assise ha richiamato la comunità locale a prendere parte ai lavori dell’assemblea cittadina. Una scelta per aprire ad un confronto su quelle che potrebbero essere iniziative o richieste da indirizzare agli organi di controllo, per il futuro, nell’ambito della sicurezza e dell’ordine pubblico all’interno del territorio della Città Bianca. Cosi come anche le forze politiche oggi potrebbero approvare un ordine del giorno per promuovere richieste agli organi decisionali di controllo, come il Ministero dell’Interno, per azioni mirate alla tutela e prevenzioni di reati contro il patrimonio e le persone.

Un’istanza, che come detto da più parti negli ultimi giorni, va ad associarsi al lavoro che già quotidianamente la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, portano avanti ogni giorno nella Città Bianca. Negli ultimi giorni anche in seguito agli attentanti contro Tanzarella, sono stati pianificati dei servizi straordinari con l’impiego in campo di personale provenienti anche da altri centri della Regione, come i reparti crimini della Polizia di Stato di Bari e Lecce. A ciò si è aggiunta anche la sinergia con la Polizia Locale di Ostuni. Controlli ad ampio raggio, coordinati dalla Prefettura di Brindisi, che negli ultimi giorni, ha anche disposto il servizio di scorta a tutela di Domenico Tanzarella.

Le attività degli investigatori proseguono interrottamente per assicurare alla giustizia gli esecutori materiali e mandanti dei colpi di arma da fuoco esplosi contro l’abitazione e l’auto dell’ex sindaco, avvenuti nella notte tra il 31 ottobre ed il 3 gennaio scorso. Pochi i dubbi da parte dell’autorità giudiziaria sulla circostanza che la matrice dei due atti criminosi sia la stessa.

Di questo clima di paura, che si è innescato nella Città Bianca, ma anche per riflettere su altri episodi, come il taglio dei pneumatici ad una vettura in servizio dei vigili urbani, si discuterà questo pomeriggio in consiglio comunale. Un confronto ed un dibattito pubblico tra cittadinanza e classe politica per individuare anche misure e forme di condivisione per sensibilizzare sulla necessità di un maggiore senso civico nel vivere quotidiano.