Si terranno questo pomeriggio alle 16 i funerali di Giovanni Nardelli, il 56enne di Ostuni, deceduto per le ferite riportate dopo il ribaltamento del suo trattore.

La funzione religiosa si svolgerà all’interno della chiesa dell’”Annunziata”. Il pm di turno della Procura della Repubblica di Brindisi dopo gli accertamenti sul posto effettuati, nell’immediatezza dell’incidente, ha disposto la riconsegna della salma alla famiglia, non ritenendo necessaria l’autopsia.

Chiaro anche agli investigatori il contesto in cui si sarebbe verificata la disgrazia. Una manovra che Nardelli faceva quasi quotidianamente all’interno del terreno in contrada Libertini in locazione, al piccolo imprenditore agricolo della Città Bianca. Qualcosa, però, poco dopo pranzo, venerdì non è andato come le altre volte, con il trattore che si è ribaltato, finendo in un canale di scolo, e schiacciando l’uomo.

E’ stato un suo amico, intorno alle 16:30, dello stesso pomeriggio di venerdì, ad allertare i soccorsi. Preoccupato perché l’uomo non rispondeva, il giovane ha raggiunto i terreni dove era a conoscenza del fatto che Nardelli stava svolgendo alcune attività. Già da qualche metro di distanza dal fatto l’uomo ha capito sin da subito la gravità dell’incidente. Immediata è stata la richiesta di soccorso, con i mezzi del 118 e dei vigili del fuoco, che non con poche difficoltà hanno raggiunto il punto esatto dove si è verificato il ribaltamento del mezzo agricolo: un sentiero di campagna, stretto e sconnesso, privo di asfalto.

I sanitari, però, giunti sul posto hanno potuto solo accertare la morte dell’uomo, che viveva insieme alla sorella in una masseria non molto distante dall’area dell’incidente. Le operazioni di recupero del corpo, ormai privo di vita del 56enne, sono andate avanti per ore da parte dei vigili del fuoco, anche con l’ausilio di una gru, per spostare il mezzo agricolo.

Dopo la fase di acquisizione dei rilievi da parte del commissariato di Ostuni, alla presenza anche del medico legale e di personale dell’ispettorato del lavoro, la Procura ha disposto il rilascio della salma, per la celebrazione dei funerali, che si terranno oggi.