«Voglio pubblicamente ringraziare tutti coloro hanno riservato a me ed alla mia famiglia testimonianze di affetto e solidarietà, dalle associazioni, ai partiti ed ai numerosi amici».

Domenico Tanzarella, ad un mese dall’atto intimidatorio ricevuto, con l’esplosione di tre colpi di fucile contro la sua auto ed il portone d’ingresso della sua abitazione ringrazia tutti coloro i quali hanno manifestato a lui ed alla sua famiglia vicinanza e solidarietà.

«In questo momento voglio davvero rivolgere la mia gratitudine a chi ha mostrato sensibilità ed umanità dopo quanto avvenuto. Continuerò sempre con maggiore impegno la mia attività al servizio di questa comunità».

L’ex sindaco, nel corso dell’ultimo intervento pubblico, pone l’accento anche sulla necessità di una risposta unitaria di istituzioni e rappresentanze sociali per bloccare ogni eventuale tentativo di condizionamento . «A distanza di un mese non è stata intrapresa nessuna inziativa».

Ecco la conferenza stampa del consigliere Tanzarella