Le ricerche della minorenne sono iniziate nella serata di ieri, a seguito di denuncia sporta dai genitori.

E’ stata vista l’ultima volta martedì mattina (26 novembre), nei pressi della sua scuola, il liceo Classico Calamo di Ostuni. Da quel momento si sono perse le tracce di una studentessa di 16 anni residente a San Vito dei Normanni. Le ricerche della minorenne sono iniziate nella serata di ieri, a seguito di denuncia sporta dai genitori. Della vicenda si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Fasano, da cui dipende anche la stazione dell’Arma della Città Bianca.

Le forze dell’ordine non nutrono dubbi sul fatto che la ragazza sia allontanata volontariamente. Un paio di giorni fa la studentessa si era infatti confidata con una cugina, manifestandole l’intenzione di allontanarsi, abbandonando il cellulare da qualche parte e acquistandone uno nuovo. Nella mattinata di ieri, un amico che l’ha vista per l’ultima volta ha detto che la 16enne aveva con sé lo zaino e una borsetta da educazione fisica in cui verosimilmente aveva messo degli indumenti.

Preoccupati per il mancato rientro della figlia, con la quale non riuscivano neanche a mettersi in contatto telefonicamente, i genitori nel tardo pomeriggio di martedì si sono recati dai carabinieri. In tarda serata è stata formalizzata la denuncia di scomparsa. Come da prassi, una nota di ricerca è stata diramata alle forze dell’ordine e alla Protezione civile.

Il cellulare della ragazza risulta agganciato per l’ultima volta, nella mattinata di martedì, a una cella di Ostuni. Poi non ha più emesso alcun segnale. Non si esclude che la minorenne possa essersi allontanata a bordo di un treno. Per questo è stata allertata anche la Polfer.

POTRESTI ESSERTI PERSO: