Messa in sicurezza di strade e scuole; abbattimento delle barriere architettoniche e progetti di mobilità sostenibile: due milioni di euro di finanziamento in arrivo per la provincia di Brindisi.

Ad annunciarlo è l’onorevole del Movimento Cinque Stelle Valentina Palmisano. Risorse che giungeranno in tutti i comuni della provincia: 170 mila euro la somma destinata alla città capoluogo. A Brindisi, così come nella altre realtà si potrà sfruttare la norma “Fraccaro”, che rientra nel piano d’investimenti sull’intero territorio nazionale.

Fondi che giungeranno ad ogni latitudine della provincia, secondo il criterio del numero di abitanti: 130 mila euro per i comuni di Fasano, Francavilla Fontana, Ostuni e Mesagne; 90 mila euro per Carovigno, Ceglie Messapica,  Cisternino, Latiano, Oria, San Pietro Vernotico, San Vito dei Normanni, Torre Santa Susanna; 70mila euro destinati a Cellino San Marco, Erchie, Sandonaci, San Michele Salentino, San Pancrazio Salentino, Torchiarolo, Villa Castelli.

«Nella manovra c’è un’importante novità: la “norma Fraccaro”, che stanzia 500 milioni di euro a favore di tutti i comuni, diventa strutturale. Parte così un grande piano di investimenti diretti sui territori in grado di stimolare la crescita e migliorare la qualità della vita dei cittadini. La norma prevede lo stanziamento di 500 milioni di euro per realizzare opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile. Tutti i comuni, in base al numero di abitanti, riceveranno da un minimo di 50mila euro ad un massimo di 250mila euro che potranno essere subito spesi aprendo così almeno 8mila cantieri in tutto il Paese».

Così in una nota del Movimento Cinque Stelle, con l’ambito territoriale, specificato da Valentina Palmisano, parlamentare originaria di Ostuni. «Si potranno finanziare progetti per dotare le città di impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Inoltre, le risorse potranno essere impiegate per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici. Ancora, si potranno rimuovere le barriere architettoniche e realizzare progetti di mobilità sostenibile». Di qui l’iter progettuale che già diversi comuni della provincia di Brindisi hanno avviato per impegnare le somme per le singole opere. Molteplici gli obiettivi del piano investimenti, che il governo, su questo fronte, vuole portare avanti, anche nel territorio brindisino, attraverso questi finanziamenti.

«I risultati incoraggianti ottenuti finora, con un notevole incremento della spesa effettiva dei Comuni, ci spingono a rendere strutturale questa norma per dare certezza alle amministrazioni e solidità alla crescita. Con questa norma diamo un nuovo impulso agli investimenti favorendo sviluppo sostenibile, occupazione, infrastrutture utili e tutela ambientale. Lavoriamo con il massimo impegno – concludono dal Movimento Cinque Stelle- per dare ai cittadini, ai territori e alle amministrazioni locali risposte concrete per far ripartire il Paese». In provincia di Brindisi e nella città capoluogo, così, si attendono in tempi brevi le risorse, per avviare i cantieri.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: