RC Auto l'identikit degli italiani che pagheranno di più nel 2019
Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

I nuovi dati rilasciati dall’IVASS, l’Istituto sulla Vigilanza sulle Assicurazioni, rilevano che il premio assicurativo per l’obbligatoria RC Auto ha subito un calo nel corso dell’ultimo trimestre concluso a settembre.

Il premio medio registrato è di 405 euro, con un calo dell’1,5% rispetto al trimestre precedente, ma con picchi in discesa che arrivano fino al 5% in alcune città del sud dell’Italia e a Roma.

Nonostante il calo dei prezzi sia stato sentito maggiormente in province dell’Italia meridionale come Caltanissetta, Enna, Vibo Valentia e Catanzaro, il divario tra il prezzo medio del premio delle regioni del sud e quelle del nord è ancora ampio.

Tra la provincia di Napoli, quella più costosa, e quella di Oristano, la più economica, esiste ancora un netto divario di 316 euro, con gli automobilisti di queste zone che si trovano a pagare dei premi assicurativi per la RC auto che sono quasi il doppio di quelli che risiedono nelle province meno care.

A determinare il fenomeno sono ancora le differenze tra l’incidenza di sinistri, furti e tentativi di truffa,maggiori in alcune regioni del sud dell’Italia.

Per quest’ultime, in attesa che venga uniformato a livello generale il prezzo su tutto il territorio italiano, l’unico modo per risparmiare concretamente sul premio della propria polizza è affidarsi a compagnie diretteche offrono i loro servizi di assicurazione online, come Genertel, punto di riferimento del settore grazie a un’assistenza completa per ogni genere di problema e a polizze competitive e con coperture complete, in grado di venire incontro alle esigenze degli automobilisti.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Sempre secondo l’IVASS, una delle cause che ha portato a questa discesa dei prezzi è stata la maggiore diffusione delle polizze che prevedono l’installazione di una scatola nera.

Tale dispositivo di rilevazione GPS permette alle compagnie assicurative di monitorare diversi parametri riguardanti la guida dell’assicurato, garantendo una puntuale ricostruzione dei sinistri, ma anche una prevenzione nei confronti degli episodi di truffa e furto.

Nell’ultimo trimestre le nuove polizze che hanno visto la contemporanea installazione del dispositivo sono state il 21,5% del totale, con un incremento dell’1,4% rispetto al trimestre precedente.

La crescita delle polizze con scatola nera ha un’incidenza ancora maggiore nelle province del sud dell’Italia, a Napoli e a Caserta i contratti sottoscritti con tale formula arrivano a toccare anche il 40% del totale.

Come anticipato precedentemente, anche la diffusione delle polizze online è un altro fattore che ha portato a un ribasso del premio medio assicurativo, e anche in questo caso sono maggiori gli automobilisti delle regioni meridionali che fanno ricorso alla stipula di contratti attraverso compagnie dirette.

POTRESTI ESSERTI PERSO...