Il presidente del Forum della Società Civile scrive alle istituzioni per avere delucidazioni sul funzionamento del nuovo “Cinema Teatro Roma”.

Riceviamo e Pubblichiamo

Il Coordinamento del Forum della Società Civile di Ostuni, visti i risultati della Assemblea del Forum del 7 ottobre 2019, letto il Permesso di costruire rilasciato alla “Srl Cinema Teatro Roma” in data 5/9/2019, considerato l’importanza che il Cinema Teatro Roma ha per la vita civile, sociale e culturale della Città di Ostuni, chiede alle SS.LL. di valutare la opportunità di porre all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale l’argomento: ”Cinema Teatro Roma – Permesso di Costruire-Revisione della Convenzione”.

In premessa si consideri che 1) il Consiglio Comunale, negli anni passati, è intervenuto diverse volte per discutere e dare soluzioni al problema del funzionamento del Cinema Teatro Roma. La convenzione in vigore sino al 31/12/2017 era stata votata ed approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale del 22 dicembre 1993 con delibera N°78; 2) l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco dott. Coppola Gianfranco, su richiesta presentata dai gestori fratelli Sumerano Antonio e Donato e dalla nuova proprietà “Cinema Teatro Roma srl” in data 19 dicembre 2019, deliberava due giorni dopo, il 21 dicembre 2017, con atto N°380 la risoluzione anticipata della convenzione che scadeva il 31 dicembre del 2018. Si interrompeva in modo traumatico la stagione cinematografica e teatrale in atto, con danno grave per gli abbonamenti in corso.

Nei mesi successivi la convenzione veniva modificata, su richiesta della nuova proprietà, con atti di Giunta Comunale N° 36 del 22 febbraio 2018 e N° 131 del 7 giugno 2018. La nuova proprietà “Cinema Teatro Roma srl” iniziava i lavori per manutenzione straordinaria sugli impianti con una Comunicazione di inizio lavori asseverata( Cila) del 15 gennaio 2018, integrata e aggiornata in data 16 aprile 2018 con informazione di avvio immediato di abbattimento della galleria e del palcoscenico per motivi di sicurezza delle maestranze impegnate. Seguiva una Scia in data 13 novembre 2018 per intervento strutturale sulle fondazioni dell’immobile. In data 27 dicembre 2018 la nuova proprietà “Cinema Teatro Roma srl” presentava la richiesta per il Permesso di Costruire.

In tutto questo periodo l’Amministrazione Comunale non ha ritenuto di sottoporre all’attenzione del Consiglio Comunale il problema-funzionamento Cinema Teatro Roma e destinazione d’uso, che pure aveva suscitato preoccupazione e allarme fra i cittadini. Il Forum della Società Civile di Ostuni, a partire dal gennaio 2018 e con diverse assemblee, incontri pubblici e petizione popolare, ha espresso il timore che Ostuni perdesse il Cinema Teatro di 400 posti, che aveva segnato la storia civile e culturale della Città negli ultimi settanta anni. Ha sempre ricordato i vincoli di destinazione d’uso sul suolo dell’immobile, definiti dagli atti podestarili N° 9 del 15/1/1938, N° 65 del 26/2/1938 e N°320 del 23 luglio del 1938 e dall’atto notarile di vendita del 16 marzo 1938. Il Forum ha posto la questione destinazione d’uso e funzionamento del Cinema teatro, anche al Commissario Prefettizio dott.ssa Padovano Rosa Maria, nell’incontro del 7 marzo 2019.

Il problema è stato riproposto alla nuova Amministrazione guidata dal Sindaco avv. Cavallo Guglielmo, nell’incontro del 2 agosto 2019. In data 5 settembre 2019 è stato rilasciato alla “Srl. Cinema Teatro Roma” il Permesso di Costruire con il quale si autorizza un “intervento di risanamento conservativo e una nuova destinazione d’uso polifunzionale (Cinema, Teatro, Bar, Ristorante) della struttura Cinema Teatro Roma”…. Con le seguenti condizioni e prescrizioni specifiche: – che le zone esterne preposte a braceria e pizzeria non siano realizzate se non previa acquisizione di nuovo parere del SIAN che non preveda la necessità di strutture tali da comportare la configurazione di nuovi volumi urbanistici;”

Il Permesso di Costruire modifica e trasforma in modo radicale il funzionamento della struttura Cinema- Teatro e apre ad un uso polivalente anche di Bar e Ristorante, in attesa di un nuovo parere del SIAN (ASL-Brindisi) per la Braceria e la Pizzeria.
Si consideri infine:

1) La modifica del Contratto di Convenzione relativa al vincolo di destinazione d’uso dell’immobile è di competenza del Consiglio Comunale. In data 1 giugno 2018, la nuova proprietà “Srl Cinema Teatro Roma” ha chiesto la modifica dell’art. 4 della Convenzione (Delibera di Giunta N° 36 del 22/2/2018). L’Amministrazione Comunale il 7 giugno 2018 con atto N°131 ha deliberato la modificazione dell’art. 4 della Convenzione. Si passa dalla formulazione precedente che recitava:” La destinazione d’uso del compendio immobiliare continua ad essere Sala Cinematografica, con divieto di altra destinazione d’uso”, alla nuova formulazione che dispone :” il compendio immobiliare continuerà ad essere utilizzato con destinazione d’uso “ Cinema –Teatro, nonché con la destinazione d’uso compatibile con le autorizzazioni amministrative rilasciate oltre che con la certificazione di agibilità”.

2) Il permesso di Costruire N° 408 /2018 del 5 settembre 2019 concede un uso indifferenziato del locale, dice infatti: ”Destinazione d’uso polivalente ( Cinema, Teatro, Bar, Ristorante)”, mentre la richiesta del privato era per una destinazione d’uso principale (Cinema-Teatro) e possibilità per gli utenti degli spettacoli cinematografici, teatrali e musicali di usufruire dei servizi di bar e piccola ristorazione( pizzeria e piatti tipici locali). Ora la destinazione d’uso appare indifferenziata, a discapito della destinazione principale a Cinema-Teatro. Non si fa nessun riferimento al funzionamento dell’Arena Cinematografica nell’area esterna.

3) Il Progetto di Costruire non è stato esaminato preventivamente dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo come previsto dagli articoli 141 e 141 bis R.D. N° 635 del 6/5/1940, in quanto si apportano “sostanziali modificazioni all’impianto esistente” (art. 141 lettera a)

4) Il Permesso di Costruire è privo del parere preventivo del Nucleo Tecnico Regionale di Valutazione, previsto dall’art.6 punti 1 e 2 della legge Regione Puglia N° 8 del 21 maggio 2008, in quanto si realizza una ristrutturazione e una trasformazione di una sala già in attività.

5) Il Permesso di Costruire non considera in modo adeguato il vincolo di destinazione d’uso del suolo dove è costruito il Cinema Teatro Roma, contenuto negli atti podestarili N° 9, 65 e 320 del 1938 e nell’atto notarile di vendita del suolo comunale del 16 marzo 1938. Tale destinazione d’uso nel corso delle variazioni dominicali è rimasto inalterato nel tempo e formalmente recepito sia dalla tipizzazione catastale, sia dagli strumenti urbanistici vigenti.

6) Il Permesso di Costruire non specifica la destinazione d’uso dell’area esterna, dove, in attesa di un nuovo parere del SIAN per la braceria e la pizzeria; non sono previste sedie fisse o mobili per il funzionamento dell’arena cinematografica. Si verifichi se la proprietà “ Srl. Cinema Teatro Roma” ha sottoscritto il Contratto di Convenzione, deliberato dalla Amministrazione Comunale con atto N° 131 del 7 giugno 2019.

Il Coordinamento del Forum della Società Civile chiede alle SS.LL. di sottoporre alla valutazione del Consiglio Comunale Il Permesso di costruire e il Contratto di Convenzione per evidenziare la destinazione d’uso a Cinema-Teatro, garantire il funzionamento dell’Arena Cinematografica estiva, salvare l’annuale stagione teatrale, evitare la demolizione della galleria con sedie fisse su piano inclinato e per specificare che il bar e la piccola ristorazione sono al servizio degli utenti degli spettacoli come impone l’art. 1 comma 2 del D.M. N° 683 del 30 ottobre 1996 e l’art. 1 comma 3 lettera L della Leggere Regione Puglia N° 24 del 16 aprile del 2015.