Una decisione che se ha trovato l’unanime approvazione degli assessori presenti alla votazione in giunta, sta sollevando una serie di polemiche soprattutto sui social network.

Con una delibera di giunta, l’amministrazione guidata dal sindaco Guglielmo Cavallo vieta l’ingresso degli animali, anche a guinzaglio, nella Villa comunale- Parco delle Rimembranze-, nella villetta Padre Pio, negli spazi di Piazza Torino e quello in fase di completamento nei pressi di Piazza Genova. Spetterà alla Polizia Locale il controllo dell’osservanza di questa decisione presa dal comune.

«E’ vietato l’accesso ai cani in queste aree anche se accompagnati – si legge nella delibera- al fine di creare condizioni ottimali di sicurezza per i bambini fruitori». Preliminare a questa disposizione è stata, nello stesso atto, l’attribuzione alle ville comunali della funzione di “Area giochi per bambini” al fine «di riconoscere e favorire la libera e completa fruizione di tali aree da parte dei bambini e delle rispettive famiglie».

Una decisione che se ha trovato l’unanime approvazione degli assessori presenti alla votazione in giunta, sta sollevando una serie di polemiche soprattutto sui social network. A protestare contro il divieto di ingresso nei cani nelle aree verdi pubbliche, diversi cittadini, tra cui anche candidati al consiglio comunale alle recenti amministrative, tanto di centrodestra, ma anche del movimento Cinque Stelle. Ad essere contestata la disposizione non prettamente nel merito, quanto nell’assenza di soluzioni, per spazi aperti alternativi per gli animali, dopo il divieto d’ingresso nelle quattro ville.

Tra le aree più grandi, che restano ora a disposizione per i proprietari dei cani, il “Campus” nella zona 167. Qui al momento non sono previsti divieti, pur restando questa una delle zone più frequentate dai podisti amatoriali e sportivi della Città Bianca, e per questo non sempre funzionale al passeggio dei cani.

L’obiettivo che si pone la giunta del sindaco Cavallo, con l’ultima delibera approvata, va in una doppia direzione: aumentare la sicurezza degli spazi per i bambini, ed un maggiore decoro pubblico in queste aree attrezzate. Questo fronte deriva anche, da alcuni comportamenti incivili di diversi proprietari dei cani, in merito alla mancata raccolta delle deiezioni dei propri animali.

Circostanze queste che spesso hanno determinato sporcizia e incuria, anche negli spazi dove sono installati giochi per bambini. In passato sono anche stati effettuati da parte della polizia municipale della Città bianca delle attività di controllo specifiche contro i proprietari “maleducati”, poco rispettosi delle norme di convivenza nelle aree pubbliche. Diverse le multe elevate, ma che non sono state sufficienti a debellare il fenomeno.

Ora il pugno duro dell’amministrazione con il completo divieto d’ingresso degli animali in quattro delle ville, più utilizzate dalle famiglie nella Città Bianca. Nelle prossime ore verrà posizionata la segnaletica che illustrerà il regolamento all’interno delle nuove “Area giochi per bambini”. Di lì a poco sarà resa in vigore la delibera, con l’avvio dei controlli per impedire l’ingresso dei cani, e sanzionare che invece non rispetta le nuove norme comunali. 

POTRESTI ESSERTI PERSO: