Anche quest’anno per la terza edizione consecutiva, si è tenuta la premiazione del Premio Giganti di Puglia.

Si tratta di un concorso ideato e promosso da Millenari di Puglia, realtà specializzata nel turismo naturalistico. L’obiettivo del concorso è quello di ricordare a tutti che negli ulivi pugliesi abbiamo una ricchezza materiale e culturale straordinaria che dobbiamo necessariamentetutelare e valorizzare insieme ai proprietari, i quali hanno il ruolo di custodire e conservare questo enorme patrimonio, che non è solo dei proprietari ma di una intera comunità.

Per questa terza edizione la giuria ha voluto premiare, tra i tantissimi candidati tutti unici e meravigliosi, l’ulivo custodito dalla famiglia Fanizzanella Masseria Mozzone in agro di Montalbano di Fasano: “L’ulivo delle tre sorelle”.

La ragione di questo nome, come è evidente, è legata alla particolare forma ed eleganza di questo albero costituito da una ceppaia imponente che, semplicemente per dare un’idea della dimensione, misura alla base ben 16,70 metri di circonferenza. Il legame che tiene uniti i tre tronchi all’ulivo è un legame forte, indissolubile come quello familiare.

E’ questo il motivo che ha portato la fantasia ad immaginare tre sorelle che vivono unite lo scorrere del tempo, immerse in un oliveto ai piedi di un antico villaggio preistorico. L’ulivo delle tre sorelle è dunque l’ulivo che rappresenterà simbolicamente l’intero patrimonio degli ulivi monumentali pugliesi fino alla prossima edizione.

Il premio è stato realizzato da due artisti tarantini e consiste in una riproduzione fedele dell’ulivo vincitore. Alla premiazione hanno partecipato tantissime persone che insieme ad Enzo Suma, guida naturalistica dei Millenari di Puglia, hanno potuto passeggiare tra gli antichi paesaggi in cui è immersa la Masseria Mozzone.

Un paesaggio custodito dalla famiglia Fanizzagrazie all’amore per gli ulivi e alla passione nel produrre un eccellente olio extra vergine.

POTRESTI ESSERTI PERSO: