Soluzione individuata per il trasferimento delle attività della Biblioteca, chiusa per lavori.

Il comune di Ostuni, attraverso una delibera di giunta, ha disposto la stipula di un contratto per la locazione di alcuni spazi del centro “Fondazione Madonna Pellegrina”. Sarà questa la sede provvisoria per soddisfare le richieste dell’utenza. Saranno concessi in locazione alcune aree, dell’Istituto situato nei pressi dell’ex Seminario, lungo la provinciale per Carovigno, con un canone che includa ogni tipo di servizio (luce, riscaldamento, rete wi-fi).

Il contratto avrà durata di sei mesi o comunque fino al termine dei lavori. A seguire tutto l’iter in questi giorni il vicesindaco ed assessore ai servizi sociali del comune di Ostuni Antonella Palmisano. «Priorità assoluta al diritto allo studio, per questo non posso che essere soddisfatta per questa soluzione». L’avvio delle attività, sarà calendarizzato nei prossimi giorni, così da poter permettere agli utenti, di usufruire di questi spazi anche come centri di ricerca.

Intanto proseguono i lavori all’interno della Biblioteca Comunale. Le opere di ammodernamento, per oltre 200mila euro, rientrano in un finanziamento, dopo la partecipazione del comune di Ostuni ad un bando regionale, con il progetto “Sistema delle biblioteche comunali dell’Alto Salento”. Oltre che per la Città Bianca le somme sono a disposizione per Carovigno, Ceglie Messapica, San Michele Salentino e San Vito dei Normanni. Anche in questo caso è stato lo stesso assessore Antonella Palmisano, con l’amministrazione guidata dall’allora sindaco Gianfranco Coppola, a candidare la biblioteca di Ostuni con un progetto in rete, con altri comuni, premiato poi dalla Regione.

Gli interventi che riguardano la biblioteca comunale della Città Bianca vedranno la realizzazione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, tra cui tinteggiatura dei prospetti esterni, revisione impianti elettrico e antincendio.

POTRESTI ESSERTI PERSO: