In fiera a Bari l’incontro sul tema: “Le aree marine protette di Puglia e le buone pratiche di gestione sostenibile della pesca e dell’ecosistema costiero”.

L’economia circolare e la crescita sostenibile rappresentano le sfide del futuro fondamentali per salvaguardare il Pianeta.  Di questo si è parlato nell’incontro “Le aree marine protette di Puglia e le buone pratiche di gestione sostenibile della pesca e dell’ecosistema costiero”, organizzato dal Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale della Regione Puglia e da Federparchi Puglia.

All’incontro sono intervenuti l’on.Enzo Lavarra Presidente di Dune Costiere e di Federparchi Puglia, Alessandro Ciccolella, direttore della Riserva Naturale di Torre Guaceto, Carmela Strizzi, direttrice del Parco Nazionale del Gargano, Luciana Muscogiuri, dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, Angela Milone, direttrice del Parco Naturale Regionale Dune Costiere, Angelo Petruzzella dell’Alleanza delle Cooperative italiane settore pesca e Giulia Lucertini dello IUAV

All’incontro sono state illustrate le linee innovative di cooperazione fra aree marine protette e associazioni dei pescatori volte a coniugare tutela dell’ecosistema, ripopolamento delle specie alieutiche e attività di pesca sostenibile. Per questo è in cantiere un programma del Ministero delle Politiche Agricole settore pesca di Protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili.

Erosione costiera, aumento della siccità, diminuzione della resa delle colture e perdita degli habitat sono impatti che stanno già producendo visibili effetti negativi non solo sull’ambiente, ma anche sulle attività economiche che operano nel Parco. Gli operatori del settore locali sono consapevoli delle dinamiche in atto dovute ai cambiamenti climatici e ritiene oramai indifferibile l’attuazione di azioni di adattamento e mitigazione a tali impatti.

“La nostra presenza in Fiera”, ha dichiarato l’on.Enzo Lavarra, “interpreta il tema di fondo di questa edizione 2019 dedicata all’ambiente, e porta l’esempio concreto della lotta ai mutamenti climatici e delle attività economiche sostenibili, in primis i risultati del progetto iDEAL (finanziato nel quadro del Programma Interreg Italia-Croazia 2014-2020) a cui Dune Costiere ha partecipato con altri partner italiani e croati e con l’Università di Venezia”.

POTRESTI ESSERTI PERSO: