Dopo mesi di chiusura il parco giochi di Villanova potrebbe essere riaperto a breve nel giro di 15 giorni.

Una recinzione metallica, multicolore, una pavimentazione anti-trauma, ed una nuova segnaletica: dopo mesi di chiusura il parco giochi di Villanova potrebbe essere riaperto a breve nel giro di 15 giorni.

Sono stati, infatti, stanziati i fondi per l’intervento di messa in sicurezza. L’area per i più piccoli, di fronte alla Lega Navale, da mesi è al centro di una serie di polemiche. L’estate è trascorsa, infatti, tra gli esposti dei residenti per la pericolosità dei giochi, installati nei pressi di una curva quasi in area demaniale, e le istanze da parte dell’attuale amministrazione agli uffici per mettere in sicurezza gli spazi, prevedendo una nuova recinzione.

Attualmente il piccolo parco giochi è chiuso: in particolare è stato transennato dal comando di Polizia Locale di Ostuni per evitare possibili incidenti dovuti all’assenza ancora degli interventi di manutenzione. «Pericolo. Giochi guasti. Vietato usarli». E’ questo l’avviso presente, che impedisce così l’accesso alla zona.

Decine di famiglie che vivono negli spazi adiacenti il parco giochi continuano a ritenere necessaria l’individuazione di un’altra area da destinare all’area per i più piccoli, lontana dal traffico e dalla circolazione stradale. Dal comune di Ostuni, invece, nelle ultime ore è giunta l’accellerata per adeguare l’area, anche raccogliendo l’istanza di altri cittadini non contrati all’attuale posizionamento dei giochi tra via Petrarolo e via Petrolla.

Di qui un programma di manutenzione straordinaria disposto dall’amministrazione comunale per cinque interventi in spazi dedicate alle giostre per i bambini: Villa Comunale, Largo Risorgimento, Piazzetta Cristo Re e Padre Pio, e Villanova. Seimila euro il totale messo a disposizione dall’amministrazione, con i lavori già assegnati ad un’azienda di Torre a Mare (Ba).

Stanziate queste somme, nei prossimi giorni sarà fissato il cronoprogramma degli interventi che riguarderanno tanto gli spazi divertimento nel centro urbano di Ostuni, quanto anche sulla costa, ed in particolare a Villanova. Nonostante il periodo estivo è praticamente giunto al termine, il borgo con il clima mite di settembre, soprattutto durante il week end, è una delle location preferite da tante famiglie anche con bambini: di qui la necessità-secondo l’amministrazione- di completare l’intervento previsto entro poche settimane, provando a tamponare l’assenza di aree dedicate ai più piccoli, che si è verificata durante tutta l’ estate.

La presenza delle transenne per impedire l’accesso ai giochi è stato solo l’ultimo di una serie di disagi che caratterizzano Villanova, secondo i residenti. Carenze quotidiane, anche in questo periodo dove la presenza di turisti, soprattutto stranieri, è ancora elevata: dall’assenza dei bagni pubblici, a quelle delle fontane, ai collegamenti pubblici con il centro urbano, ridotte dal 1° settembre.

Richieste dei residenti che rientrano in quelle esigenze legate anche al futuro dell’intero borgo, ed in particolare alla riqualificazione dell’area portuale. Il progetto privato alla base di questo intervento, promosso dall’imprenditore cegliese Rocco Cavallo, unico soggetto interessato ancora dopo il bando del 2009, è al vaglio del ministero dell’Ambiente. Si tratta di uno degli ultimi passaggi prima che la conferenza dei servizi possa approvare il progetto esecutivo dell’opera, il cui investimento nelle previsioni è superiore agli 8 milioni di euro.

POTRESTI ESSERTI PERSO: