Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Anche Ostuni ha la propria sezione dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia); si è svolta il 13 agosto scorso, infatti, alla presenza del presidente provinciale dell’Anpi-Brindisi, Donato Peccerillo, la prima assemblea, durante la quale sono stati trattati il tema della costituzione, dell’intestazione e dell’elezione del comitato direttivo.

Una costituzione attesa da tempo e da molti, come dimostrato dalla folta presenza di cittadini già iscritti o semplicemente interessati a quelle che oggi sono le attività dell’associazione, in prima linea nella custodia e nell’attuazione dei valori della Costituzione e della democrazia, e nella promozione della memoria di quella grande stagione di conquista della libertà che fu la Resistenza.

«La sezione ostunese nasce in tempi difficili» ha dichiarato nel discorso introduttivo Peccerillo, che ha espresso seria preoccupazione per i rinnovati approcci reazionari presenti in tante parti della politica nazionale, anche in spregio dei conquistati diritti civili. Tempi, dunque, che sembrano richiedere con urgenza una mobilitazione civile, ricca delle tante e diverse voci di cui si compone la società italiana, e che troppo spesso, tuttavia, non trovano spazi di espressione.

Come detto dalla neo-eletta presidente della sezione ostunese, professoressa Isabella Ayroldi: «L’Anpi costituirà questo spazio aperto all’incontro e al confronto, tra associazioni del territorio, tra esperienze e idee differenti e, ancor più, tra generazioni. Come docente, infatti, non posso non sentire la responsabilità di tramandare valori e memoria ai giovani, attirati dalle sirene del qualunquismo o, peggio, dell’indifferenza». I giovani ostunesi, del resto, non hanno fatto mancare la propria presenza da protagonisti con le letture di Giorgia Lanzillotti e René Fiorella, la recitazione di Simona Sasso, la musica di Marcella Notarpietro e Angelo Cavallo.

Il momento più emozionante dell’incontro è stato quello dedicato all’intestazione della sezione all’ostunese maggiore Antonio Ayroldi, vittima dell’eccidio alle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944. Presente,infatti, la sorella del maggiore, la signora Isabella, che, con voce ferma, ma commossa, ha letto un breve discorso in cui, non solo, ha voluto ricordare le qualità umane e morali del proprio fratello Antonio, ma ha sottolineato come la Resistenza abbia reso l’Italia «una Patria grande, rispettata, democratica e pacifica. Qualcuno vorrebbe rendere vano il sacrificio dei partigiani: la società tutta sembra aver perso la memoria, e si sa che chi dimentica gli errori è destinato a ripeterli, è condannato a far rivivere ai suoi figli l’orrore. Sono felice che le nuove generazioni, a partire dai miei figli e nipoti, arrivando fino ai giovanissimi, sentano il bisogno di raccogliere il testimone dalle mani dei partigiani per portare avanti la lotta antifascista e democratica. Quando non ci sarà più neppure l’ultimo partigiano, ci sarete voi».

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

A raccogliere questo testimone, dunque, innanzitutto i membri del comitato direttivo in cui figurano, oltre alla presidente, Isabella Ayroldi, Saverio Ciraci, Renato Greco, Tina Franculacci, Giorgia Lanzillotti, Beatrice Panarelli, Cosimo Pecere, Rosanna Roma e Annamaria Specchia. Una direzione che sin da subito si è fatta notare per la massiccia presenza femminile e questo non a caso, come ha voluto sottolineare nel suo breve intervento la giornalista Tea Sisto, componente del Coordinamento nazionale Donne ANPI, visto che le donne si sentono sempre più sotto attacco, ricacciate a forza entro stereotipi vecchi di oltre mezzo secolo, meno integrate nella società, vittime di sperequazioni sul lavoro.

Sarà questo, dunque, l’obiettivo dell’Anpi ostunese: ripartire dalle donne e dai giovani, dalle loro idee e dalla loro energia, per un rilancio di temi che sembrano essere stati accantonati dal discorso pubblico senza averne, peraltro, tracciato soluzioni.

POTRESTI ESSERTI PERSO...