La tappa ad Ostuni ha registrato il numero record di presenze grazie anche alla preziosa collaborazione di Francesco Ghionda, coordinatore di Slow Food Piana degli Ulivi.

Ha fatto tappa da Ciccio in Piazza il primo Tour di degustazione sensoriale del Gelato artigianale guidato da Roberto Lobrano, gelatiere e autore del manuale Il Mondo del Gelato edito da Slow Food editore, oltre che presidente dell’associazione Gelatieri per il Gelato, il movimento culturale che unisce circa sessanta gelatieri in tutta Italia – di cui gli unici due pugliesi sono Taila Semerano di Ostuni e Giuseppe Laterza di Palagiano.

L’obiettivo è quello di valorizzare il vero gelato artigianale italiano ponendosi come principi di base la trasparenza e la semplicità, l’indipendenza e la consapevolezza, la crescita nella collaborazione e l’autodisciplina.

Perché il lavoro di questi gelatieri venga riconosciuto ed apprezzato, è necessario sensibilizzare e informare il consumatore finale. Durante la degustazione sensoriale, infatti, i partecipanti hanno avuto la possibilità di imparare ad identificare alcuni descrittori non comuni come l’astringenza o l’acidità, utili a capire la qualità e ad acquisire più conoscenze nelle scelte d’acquisto.

Nello specifico, l’incontro di giovedì è iniziato con un’analisi comparativa (su tre gelati al cioccolato realizzati con materie prime diverse) per poi proseguire con un’analisi alla cieca: i partecipanti sono stati bendati ed è stato chiesto loro di scoprire tutti gli ingredienti del gelato che gustavano ad occhi chiusi.

La tappa ad Ostuni ha registrato il numero record di presenze grazie anche alla preziosa collaborazione di Francesco Ghionda, coordinatore di Slow Food Piana degli Ulivi. Un’esperienza sensoriale senza eguali. Evviva la cultura. Evviva il buon gelato.

POTRESTI ESSERTI PERSO: